Invalidità civile INPS: chi rischia revoca o sospensione

Alcuni beneficiari della pensione di invalidità non riceveranno più l’assegno se non presentano un apposito modello

pensione invalidità
pensione invalidità (Foto Pixabay)

Sono tante le persone nel nostro Paese che soffrono di una disabilità più o meno grave che può andare da problemi di deambulazione all’impossibilità di compiere anche i gesti più semplici come lavarsi o mangiare. Lo Stato non si dimentica affatto di queste persone scendendo in campo con una serie di aiuti.

Tra questi c’è sicuramente la pensione di invalidità, un assegno che è riconosciuto a coloro che hanno una incapacità lavorativa tra il 74 ed il 99% ed abbiano un reddito che rientra nei limiti stabiliti per legge. Nel caso in cui questa percentuale raggiunge 100%, allora si avrebbe diritto alla pensione di inabilità ed eventualmente ad una indennità di accompagnamento.

Pensione invalidità, chi deve inviare il modello RED

pensione invalidità
pensione invalidità (Foto Pixabay)

Tutti coloro che ricevono la pensione di invalidità devono prestare molta attenzione dal momento che qualche giorno fa è stata emanata dall‘INPS la circolare n.3350 che spiega come regolarizzare la propria posizione per evitare che l’erogazione della pensione di invalidità venga interrotta a seguito di verifiche che riguardano il 2018.

Leggi anche: Pensionati INPS: cosa serve per avere il bonus 150€

Coloro che ricevono la pensione di invalidità sanno bene che per ottenerla devono presentare in allegato alla domanda anche il verbale della Commissione medico legale che dell’accertamento sanitario. Oltre allo stato di salute, l’INPS valuta anche la situazione reddituale del soggetto interessato che non deve superare quando indicato nella domanda.

Leggi anche: Parte l’offerta Poste per ristrutturare casa: cifre e rate

A rischiare in questi giorni di vedersi togliere la pensione di invalidità sono coloro che nel 2018 non hanno presentato la dichiarazione dei redditi. I soggetti non obbligati ad inviare la dichiarazione dei redditi avrebbero dovuto inoltrare all’INPS il modello RED che, di fatto, sostituisce il modello 730 o Unico. Il modello RED deve essere inviato all’INPS da chi riceve solo redditi da pensione ma ha visto variare la propria situazione reddituale rispetto all’anno precedente.

Nel modello RED, poi, devono essere inseriti anche i redditi da lavoro all’estero, le collaborazioni o il lavoro autonomo; gli interessi bancari e postali, i rendimenti di BOT, CCT e altri titoli o investimenti posseduti. Sono interessati da quest’obbligo anche i titolari di reddito da abitazione principale oltre alla pensione. Il modello può essere inviato all’INPS tramite dall’area personale del sito istituzionale, tramite CAF e Patronati o con consegna a mano presso gli uffici.