Novità per le mamme che tornano a lavoro: annuncio INPS

Le mamme che rientrano al proprio impiego dopo la maternità potranno usufruire di agevolazioni fiscali

mamme lavoro agevolazioni INPS
INPS (Foto Pixabay)

La maternità, o meglio, il congedo per maternità, è un diritto di cui le mamme, o anche i papà, possono usufruire. È previsto dal settimo mese di gravidanza, con l’eccezione per le gravidanze difficili, che possono richiedere un periodo di sospensione dalle mansioni lavorative anche antecedente. Alcune mamme scelgono di lavorare fino all’ultimo periodo possibile per poter avere la maternità per i primi mesi dopo la nascita, e prendersi cura del neonato.

Il congedo maternità è una forma di incentivo alla nascita, ed allo stesso tempo una facilitazione per le mamme che lavorano. Ovviamente si sta parlando di diritti per le lavoratrici con contratto. Sono escluse da tali benefici le lavoratrici a nero e le Partite IVA. L’INPS, in accordo con l’agenzia delle Entrate, ha introdotto un’agevolazione contributiva per le mamme che tornano al lavoro.

Mamme lavoratrici, agevolazioni dall’INPS

mamme lavoro agevolazioni INPS
INPS (Foto Pixabay)

Tutti i lavoratori e lavoratrici devono versare mensilmente una quota per la contribuzione INPS, che viene divisa tra lavoratore e datore di lavoro. L’INPS ha introdotto un’agevolazione contributiva per le mamme che tornano al lavoro. Si tratta di un 50% in meno sui contributi, che alza la busta paga. Tuttavia ci sono dei paletti. Possono farne richiesta le mamme che tornano al lavoro entro il 31 dicembre 2022. Questo perché l’agevolazione è stata prevista nella Legge Bilancio di quest’anno. Il taglio del 50% sul pagamento dei contributi è previsto per le 12 mensilità successive.

Leggi anche: Ritirato questo medicinale dalle farmacie: cosa è emerso

L’agevolazione INPS è a favore delle mamme che rientrano al lavoro, non per i datori di lavoro. La loro quota contributiva per la lavoratrice dovrà essere corrisposta integralmente. Inoltre questa facilitazione riguarda solo le lavoratrici del settore privato, non delle dipendenti della pubblica amministrazione.

Leggi anche: INPS, quali pensionati potranno avere il bonus da 150€

Per fare richiesta, il datore di lavoro deve inoltrare la domanda all’Inps. Accedere alla funzione Contatti del Cassetto previdenziale, scegliendo il campo “Esonero art. 1 c. 137 L234/2021” nella voce Assunzioni agevolate e sgravi. Poi richiedere l’attribuzione del codice di autorizzazione OU.