Stangata bollette gas: cosa può accadere dal 1° ottobre

I prezzi del gas per il prossimo mese potrebbero aumentare per alcune famiglie italiane. Cambiano i conteggi sulle tariffe

bolletta gas aumenti
Bollette gas (Foto Pixabay)

Il problema energetico sta invadendo come un’alluvione l’Italia. Le famiglie sono molto spaventate dal prossimo inverno. Le bollette del gas subiranno dei cambiamenti. Il mese di ottobre consuetudinariamente è quello in cui si rimodulano le tariffe, in preparazione dell’inverno, periodo dell’anno in cui c’è maggior utilizzo di gas. Si attende l’aggiornamento sulle tariffe da parte dell’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera). Che invaderà il mercato tutelato, e non solo.

Ad oggi, come nota Investire Oggi, “il costo di un kilowattora per una famiglia tipo (2700 kilowattora) fino al 30 settembre nel mercato tutelato è di 41,51 centesimi a Kwh“, ma “se ci fosse un aumento maggiore delle tariffe in relazione al Prezzo unico nazionale (Pun) attuale si arriverebbe a pagare fino a 70 centesimi al kilowattora dal primo ottobre“. Ed inoltre L’Ircaf stima un aumento del 142% sulle bollette del gas.

Bollette gas, chi potrebbe subire forti aumenti

bolletta gas aumenti
Bollette gas (Foto Pixabay)

Il quarto trimestre del 2022 si preannuncia nero per le bollette del gas. Ed anche dell’energia elettrica. I previsti aumenti delle tariffe Arera coinvolgeranno i clienti a mercato tutelato ed anche coloro che sono passati al mercato libero, ma senza tariffa fissa. Il Decreto Aiuti, sottoscritto dal premier Mario Draghi, ha bloccato il prezzo dei contratti del mercato libero a tariffa fissa almeno fino a maggio 2023. Ciò significa che le aziende fornitrici di gas non possono applicare rincari sui contratti a prezzo fisso.

Leggi anche: INPS, quali pensionati potranno avere il bonus da 150€

Se l’Arera porterà aumenti sostanziosi come ci si aspetta, invece coloro che hanno sottoscritto contratti a prezzo variabile potrebbero essere penalizzati, con aumenti da capogiro per il quarto trimestre del 2022. L’aumento ipotizzato dell’ultimo quarto trimestre, sarebbe di 472,5 euro contro gli 872 euro dei primi tre trimestri 2022 per un totale di 1344 euro.

Leggi anche: Bolletta telefono, quanto paghi al mese con la fibra di Poste

Queste comunque rimangono previsioni. Fino a che l’Arera non avrà “sciolto la prognosi” non si potranno dare allarmi certi. Si auspica un intervento pubblico sostanziale che non si limiti a diminuire del 5% il costo delle accise.