Nuovo bonus 150€ RdC: cosa bisogna fare per averlo?

Il decreto Aiuti-ter appena approvato dal Consiglio dei ministri assegna un nuovo bonus una tantum ad una platea di persone

RdC solo a 4 categorie: la proposta per le elezioni 2022
Reddito di Cittadinanza (Foto Adobe)

E’ in arrivo un nuovo bonus una tantum per una platea di italiani. Si tratta stavolta di 22 milioni di persone, un numero inferiore rispetto al bonus da 200 euro dello scorso maggio. Inoltre, il nuovo bonus ha un importo di 150 euro, più basso rispetto al precedente. Si tratta dell’ultimo provvedimento del governo Draghi contenuto nel decreto Aiuti-ter.

E’ l’ultimo provvedimento dell’esecutivo uscente per sostenere famiglie e imprese dall’ondata di aumento dei prezzi e dei costi energetici. Stavolta il bonus vale, però, 150 euro ed ha un nuovo tetto di reddito personale. Infatti, il limite sarà di 20.000 euro lordi in riferimento al reddito personale del 2021.

Bonus da 150 euro anche ai percettori del reddito

reddito di cittadinanza
reddito di cittadinanza (Foto Pixabay)

Sulle modalità per ottenere il bonus da 150 euro sarà tutto simile all’erogazione del bonus da 200 euro per lavoratori dipendenti, pensionati e percettori del reddito di cittadinanza. Spetterà, quindi, anche a costoro l’aiuto del governo per assorbire gli effetti dell’inflazione in questi ulteriori mesi difficili.

Leggi anche: Allarme anche in Italia: cosa stanno trovando nei bancomat

Così come per il bonus da 200 euro, anche in questo caso i percettori del reddito di cittadinanza non dovranno inoltrare domande per ottenere il bonus. L’aiuto da 150 euro arriverà in automatico ai percettori del reddito sulla mensilità che fa riferimento al mese di novembre.

Leggi anche: Bollette, quanto costa fare una doccia: attenti alla durata

Così come per il bonus da 200 euro, avranno diritto al sostegno da 150 euro i percettori del reddito del mese di novembre. Inoltre, nel nucleo familiare del percettore del reddito di cittadinanza deve essere assente ogni beneficiario dell’indennità in qualità di lavoratore dipendente.

I percettori del reddito di cittadinanza in questo periodo stanno anche ricevendo gli arretrati dell’assegno unico. In tanti hanno avuto le erogazioni a partire da luglio. Tuttavia, per l’assegno unico universale sono previsti i pagamenti di tutti gli arretrati entro il 31 dicembre del 2022. Coloro che non hanno ancora ricevuto gli arretrati dovranno attendere fino a dicembre.