Aumento prezzi, polemiche per la richiesta in chiesa

L’inflazione sta coinvolgendo sempre più settori. Gli aumenti coinvolgono tutto facendo scattare anche richieste “particolari”

Offerte, la richiesta “particolare” (Foto Pixabay)

L’inflazione è il tema più discusso e sentito in questo periodo e già da diverso tempo. Su tutti gli aumenti dei prezzi dei generi alimentari e delle bollette genera confusione e sconcerto perché i redditi perdono sempre più il oro potere di acquisto mentre le imprese e i commercianti sono in difficoltà perché non tutti possono caricare gli aumenti sui prezzi di vendita.

L’inflazione è proprio l’aumento generalizzato dei prezzi, ossia una sorta di reazione a catena di aumenti generata dai rincari delle tariffe energetiche nonché dai carburanti. Tuttavia, a Caserta, nello specifico a Carinaro, in Campania, è arrivata una richiesta che ha generato più di una polemica.

A Caserta il parroco “chiede” l’aumento

Offerte, la richiesta “particolare” (Foto Adobe)

Infatti, nel territorio casertano è accaduto che anche i fedeli si sono trovati davanti delle richieste legate all’inflazione. Il parroco durante la messa per la festa di Sant’Eufemia, ha esortato i credenti a sostenere la chiesa con offerte più generose perché l’inflazione ha colpito anche il mondo ecclesiastico.

Leggi anche: Paramount+ sfida Netflix: prezzi a confronto e differenze

“A chi passa attraverso le nostre strade – dice dall’altare il sacerdote come si sente dal video reso pubblico da un consigliere regionale campano – per i nostri palazzi, accogliamolo con il sorriso, con le nostre preghiere e con il dono della generosità, come avete sempre fatto. Quest’anno con qualcosina in più, perché dovunque siamo andati ad acquistare e fare contratti ci hanno detto che è aumentato tutto”.

Leggi anche: Nuovo bonus 150€ RdC: cosa bisogna fare per averlo?

“Allora – ha proseguito il parroco –  qualche cosina in più, non dico quanto, rispetto agli altri anni e credo che riusciamo a coprire tutte le spese. Basta un pochino in più. Voi avete già capito. Dio ama chi dona con gioia, Dio ama con generosità chi dona veramente con tutto il cuore ma non con tristezza, non con le lacrime. Mi raccomando, facciamo come fanno gli sposi, con le lacrime di gioia”, ha concluso.