Stagionali e bonus 200 euro: come inoltrare la richiesta all’Inps

Il decreto Aiuti bis ha allargato la platea dei beneficiari del bonus da 200 euro anche ai lavoratori stagionali

Bonus 200 (Foto Pixabay)

Il decreto Aiuti bis è intervenuto per dare ulteriori sostegno ai cittadini per affrontare l’aumento generalizzato dei prezzi. Tra i nuovi interventi previsti c’è stato l’allargamento della platea dei beneficiari del bonus da 200 euro una tantum. Infatti, il bonus non era previsto per alcune categorie di lavoratori, tra cui gli stagionali.

Successivamente il Governo ha  allargando la platea di beneficiari. E così, lo scorso 10 agosto il ministro del lavoro Orlando ha firmato il decreto dando il via alla possibilità per i lavoratori con il contratto in scadenza al 30 giugno e agli stagionali di ottenere il bonus. Per ottenere il bonus da 200 euro sarà necessario inoltrare la domanda all’Inps.

Stagionali, le fasi per compilare la domanda

Bonus 200 (Foto Pixabay)

La domanda può essere compilata e inviata in piena autonomia attraverso dei semplici passaggi. Intanto è necessario utilizzare lo Spid ed entrare nel portale dell’ente previdenziale che si occupa dell’erogazione del bonus una tantum. Successivamente basta inserire la scritta bonus 200 euro nel motore di ricerca del portale per trovarsi davanti una serie di sezioni tra cui quella che fa riferimento chiaramente all’indennità una tantum 200 euro.

Leggi anche: Ricarica RdC, cambia la data ad agosto: quando arriverà

Cliccando sulla sezione uscirà un elenco che rappresenta le diverse categorie di lavoratori che possono richiedere il bonus. Nel caso dei lavoratori stagionali la sezione da cliccare è “indennità una tantum per i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti” e nello specifico puntare il mouse su “accedi” sulla parte destra della schermata che corrisponde al rigo prescelto. A questo punto si aprirà una schermata che indica i requisiti e nella quale sarà presente un riquadro in basso che indica “compila la domanda”.

Leggi anche: Bollo auto, novità in arrivo con un nuovo governo?

Entrando in questo riquadro si aprirà la domanda da compilare nella quale alcuni dati saranno già impostati dal sistema ma è opportuno, tuttavia, controllarli. Gli ultimi passaggi riguardano l’indicazione dell’Iban e l’accettazione di alcune condizioni per poi cliccare su “presenta la domanda”.