Col nuovo governo può tornare il cashback senza super premio?

Quali sono le possiblità che il cashback torni all’ordine del giorno nell’agenda politica del nuovo governo

ritorno del cashback
Cashback (Foto Unsplash)

Il cashback ha accompagnato per diversi mesi gli acquisti degli italiani. I risultati sono stati incoraggianti e l’iniziativa nata per sostenere l’uso delle carte elettroniche come strumento di pagamento al posto del denaro contante e combattere l’evasione fiscale ha trovato molto gradimento tra consumatori e risparmiatori.

Tuttavia l’iniziativa è stata sospesa nel corso del 2021 e i tentativi di riproporla con una formula aggiornata non sono andati a buon fine. Ora con l’attuale esecutivo dimissionario e con le elezioni ormai alle porte si potrebbero aprire delle possibilità per riattivare il cashback di Stato? In realtà l’argomento non sembra essere al centro della campagna elettorale, ma le discussioni sono appena all’inizo.

Che possibilità concrete ci sono per il ritorno del cashback di stato con un nuovo governo?

ritorno del cashback
Cashback (Foto Pixabay)

Al momento della soppressione del provvedimento le posizioni di fronte alle decisioni dell’esecutivo guidato da Mario Draghi furono diverse. Mentre Fratelli d’Italia e Forza Italia si erano dichiarati favorevoli alla fine dell’esperimento cashback, valutandolo sostanzialmente inutile nella lotta all’evasione e troppo oneroso per le casse dello Stato, altre forze politiche espressero posizioni diverse.

Leggi anche: Requisiti e documenti necessari per avere un mutuo da Poste

Il Partito democratico si era mostrato più aperto alla possibilità di continuare con il cashback, dandone un giudizio positivo come mezzo di contrasto all’evasione e auspicando solo una correzione dei meccanismi senza stravolgerne l’uso. Decisamente contrario all’abolizione del cashback era, invece, il Movimento 5 stelle, opposto alla sospensione del provvedimento, stimato molto efficace come incentivo all’uso della moneta elettronica e come valido strumento di lotta all’evasione.

Leggi anche: Separati in casa, è legale incassare bonus INPS per la famiglia?

Allo stato attuale della campagna elettorale l’unica forza politica che abbia inserito il ritorno del cashback in modo esplicito nel proprio programma è il Movimento 5 stelle, che lo inserisce tra gli obiettivi da raggiungere con il nuovo governo. Quindi al momento non si può escludere una riproposizione della misura voluta dal governo Conte, ma la politica sembra aver accantotano l’idea della misura, almeno tra quasi tutte le formazioni che si presenteranno davanti agli elettori il 25 settembre.