Batosta RdC: per questi utenti pagamento solo a ottobre

Alcuni percettori del Reddito di Cittadinanza riceveranno un preciso pagamento direttamente a ottobre: di quali si tratta

reddito di cittadinanza bonus 200 euro
reddito di cittadinanza (da Gov.it)

Sono ormai passati più di tre anni da quando il Reddito di Cittadinanza è stato istituito in Italia e, nonostante le tante critiche continue, è una misura che sicuramente che ha aiutato, e tutt’ora lo fa, un’importante frangia di famiglie povere. Si ricorda che tale sussidio può essere percepito per un massimo di 18 mesi, dopo i quali può essere rinnovato, previa sospensione di un mese, nel caso in cui le condizioni di bisogno dovessero continuare ad esistere.

Al reddito, nel mese di luglio, si è aggiunto anche il bonus di 200 euro una tantum. Un’altra misura volta a sostenere gli ingenti rincari per le famiglie italiane. Questa è stata aggiunta al normale accredito mensile dell’RdC. Non sono in pochi, però, quelli che non hanno ancora ricevuto i soldi.

Bonus 200€ più Reddito di Cittadinanza, chi lo riceverà a ottobre

euro pagamenti reddito di cittadinanza
(Pixabay)

Alcuni percettori del Reddito di Cittadinanza, come avanzato dai colleghi di Tuttolavoro24.it, non hanno ricevuto il bonus da 200 euro. Il motivo alla base di ciò riguarda l’indennità di frequenza scolastica dei figli di minore età. Chi la percepisce non è che non riceverà i 200 euro, bensì dovranno aspettare che arrivi il mese di ottobre.

Leggi anche: Pensioni: aumento a ottobre ma solo in questo caso

A tale riguardo, l’Inps è chiara nella sua circolare: il minore invalido può percepire, oltre all’assegno ordinario di invalidità, anche l’indennità di frequenza scolastica. Questa, è ovvio, viene accreditata solo per i mesi effettivi di frequenza a scuola e fino a un massimo di dodici mensilità. Viene, inoltre, sospesa nei mesi di ricovero duraturi o quando è ormai cessata la frequenza presso la scuola, il centro ambulatoriale o centro di formazione.

Leggi anche: Assegno Unico INPS: se commetti questo errore lo perdi

Il bonus, sempre secondo quanto fatto presente dall’Istituto Nazionale di previdenza sociale, verrà erogato automaticamente insieme all’indennità di frequenza ad ottobre, ovvero, quando si riprenderà la frequenza scolastica. Non c’è dunque nulla da temere, bisogna solo aspettare in questo caso.