Canone Rai, novità nel 2023: si potrà pagare così

Novità in arrivo per il pagamento del Canone Rai? Le possibili proposte sul come si dovrà pagare nel 2023 la tassa

Come si pagherà il canone Rai nel 2023
Canone Rai (Foto Adobe)

Tra le tasse meno apprezzate dagli italiani il Canone Rai, ovvero la tassa di possesso sul televisore. Non pagarla equivale ad una vera e propria evasione fiscale e questo porta all’applicazioni di sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate. Nel momento in cui non si versa la quota allo Stato, verranno effettuati dei controlli e dopo i dovuti accertamenti si può ricevere una multa pari a 540 euro (che corrisponde a 6 volte l’importo del Canone Rai dovuto).

Ad oggi il pagamento della tassa avviene tramite addebito sulla bolletta dell’utenza elettrica della propria abitazione. Se si riceve la bolletta mensilmente l’importo è pari a 9 euro al mese, da gennaio ad ottobre. Nel caso in cui la bolletta sarà bimestrale, l’importo sarà di 18 euro ogni due mesi sempre da gennaio ad ottobre.

Come si pagherà il Canone Rai nel 2023?

Pagamento Canone Rai 2023
Rai (Foto Adobe)

Oltre gli innumerevoli problemi che il Paese sta vivendo, dagli aumenti alla siccità, anche la caduta del Governo Draghi ha aggiunto pensieri in più a quelli che già opprimevano gli italiani. Nonostante le elezioni saranno a breve, sono tanti i provvedimenti che sono stati rinviati e le relative soluzioni lasciate in mano di chi salirà al potere. Oltre alla riforma sulle pensione, tra le molte cose lasciate in sospeso, anche il dubbio su come si dovrà pagare in futuro il Canone Rai.

Secondo le direttive europee a partire dal 2023 il Canone Rai dovrà essere escluso dalla bolletta elettrica. Allora come si dovrà pagare? Grande l’incertezza sulle possibili soluzioni. Si dovrà pagare ma ancora non è certo il come. Una possibilità è quella di inserire la tassa all’interno della dichiarazione dei redditi, ovvero nel modello 730 che viene inviato ogni anno al Fisco.

Leggi anche: Digitale terrestre, beffa per questi utenti: “Compratevi la parabola”

Altra opzione sul tavolo, anche se estremamente poco probabile dato i problemi avuti in passato a causa degli evasori, reinserire il bollettino postale. In pratica pagare appunto tramite bollettino, l’importo dovuto allo Stato per quanto riguarda il Canone Rai. Si valuta anche di passare la gestione della tassa alle Regioni italiane, proprio come il bollo auto.

Leggi anche: Come poter risparmiare fino a 25 € in bolletta

Infine ma non molto fattibile, l’abolizione del Canone stesso, ma per far si che avvenga ci sarebbe bisogno di una revisione del finanziamento della televisione pubblica con relative coperture finanziare. Uno scenario altamente improbabile. Insomma per sapere come si dovrà versare la tassa sarà necessario attendere il nuovo Governo che deciderà come muoversi non solo in questo ambito, ma per risolvere più questioni che interessano gli italiani.