Postepay, come pagare con smartphone e senza carta

La Postepay Evolution evolve sia gli accrediti che i pagamenti. Rende più facili le operazioni anche senza carta

postepay pagamenti senza carta
Postepay (Foto Pixabay)

La Postepay è un prodotto che sin dall’inizio si è distinto sul mercato per le sue potenzialità innovative. Nel mercato finanziario italiano ha sdoganato gli accrediti con bassissimi margini di rischio. Infatti la prepagata collegata ad un conto consente di acquistare online caricando solo l’importo necessario per comprare. In caso di truffe lo spazio di manovra si relega a quanto pagato senza avere accesso alle credenziali del conto corrente.

Allo stesso modo la Postepay è molto utile per i genitori che ricaricano mensilmente denaro per i figli che studiano fuori, lasciando la disponibilità solo per il denaro ricaricato, arginando così condotte irresponsabili che posono portare il conto in rosso. Altre banche con il tempo hanno istituito la possibilità della prepagata. Nonostante ciò, la Postepay va ancora alla grande, grazie anche ai suoi bassi costi di gestione.

Postepay Evolution, le operazioni senza carta

postepay pagamenti senza carta
Postepay (Foto Pixabay)

L’evoluzione del mercato finanziario in vitù di una sempre maggiore virtualizzazione delle operazioni ha portato anche la Postepay a crescere, implementando servizi collegati allo smartphone. La Postepay esiste principalmente in due versioni: standard ed evolution. La Evolution ha un codice IBAN per poter fare bonifici bancari direttamente con la ricaricabile.

Leggi anche: Carta Libretto Poste, si paga una tassa annuale per averla?

In questo modo sulla stessa carta ci si può far accreditare pagamenti, stipendi, ed anche la pensione. Inoltre c’è un’altra possibilità. Scaricando la App, ed abilitando il servizio Apple Pay o Google Pay, si possono effettuare pagamenti, comprese le spese presso esercizi commerciali fisici, solo con lo smrtphone, senza ausilio della carta. Basta avvicinare il dispositivo al POS Contactless oppure pagare in tutte le App che accettano Apple Pay o Google Pay.

Leggi anche: Beffa ricarica Postepay: in questo caso ti costa oltre 2€

C’è anche la possibilità, dato che la carta è dotata di Iban, di domiciliare le bollette ed i pagamenti, ad esempio dell’affitto. La Postepay si evolve sempre più in rete con gli altri dispositivi elettronici, primo fra tutti lo smartphone.