Canone Rai, rischia qualcosa chi non l’ha pagato in passato?

Non pagando il canone Rai si commette un’evasione fiscale, con conseguenti sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ecco cosa si rischia

Cosa si rischia se non si paga il canone Rai
Canone Rai (Foto Adobe)

Il canone Rai è da sempre al centro di molte controversie, tra chi crede sia una giusta tassa da pagare e per chi invece è proprio qualcosa di impensabile. Nonostante l’opinione personale, va pagato perché il mancato saldo costituisce un’evasione fisale e l’Agenzia delle Entrate potrà applicare sanzioni agli evasori.

Ad oggi il canone viene addebitato direttamente in bolletta, quella relativa all’utenza elettrica della propria residenza. Sono 9 euro mensili (da gennaio ad ottobre per chi riceve la bolletta mensilmente) o 18 euro ogni due mesi ( da gennaio a ottobre se si riceve la bolletta bimestralmente) per un importo totale di 90 euro annui.

Cosa si rischia se non si è pagato il canone Rai?

Pagamento canone Rai
Rai (Foto Adobe)

Come già detto non pagare il canone Rai costituisce a tutti gli effetti un’evasione fiscale conseguentemente alla quale l’Agenzia delle Entrate può applicare sanzioni. Quando non si paga la quota dovuta allo Stato, ci sono dei controlli seguiti da accertamenti che avranno come ripercussione appunto sanzioni che possono arrivare a circa 540 euro, ovvero 6 volte l’importo dovuto del canone.

Leggi anche: Buste paga, in arrivo nuovi aumenti per questi lavoratori

Nel caso in cui non si voglia pagare il canne, ma solo se non si possiede un apparecchio televisivo (o si ha un età superiore o pari a 75 anni con un reddito non superiore a 8.000 euro annui o se si è un militare o diplomatico straniero), si potrà compilare una dichiarazione sostitutiva di non detenzione. Ci saranno delle date da rispettare per poter essere esenti nell’anno corrente. Attenzione a non dichiarare il falso, ovvero compilare una dichiarazione sostitutiva e poi possedere un televisore, perché in questo caso si potrà essere puniti ai sensi del codice penale.

Leggi anche: Pensioni INPS, terribile sorpresa per chi ha lavorato a nero per anni

Quindi a seguito di attenti controlli che vengono effettuati dall’Agenzia delle Entrate non è consigliato non pagare il canone Rai o tentare di dichiarare il falso provando ad essere esenti anche se in casa si hanno delle TV. E’ contro la legge e tramite gli accertamenti anche chi sarà rimasto indietro con i pagamenti dovrà saldare il conto.