Sorpresa bonus 200€: queste persone non lo riceveranno dall’INPS

L’INPS ha comunicato a sorpresa che una categoria specifica di persone non riceverà il bonus da 200 euro dall’Istituto ma dal datore di lavoro

bonus 200 euro
bonus 200 euro (Foto Pixabay)

Erano in tanti quelli che aspettavano il mese di luglio per poter ricevere il bonus da 200 euro una tantum ma molte di queste persone sono rimaste deluse. Il bonus, approvato dal governo Draghi tramite il Dl Aiuti, non è ancora arrivato a tutti nonostante il mese di luglio sia ormai agli sgoccioli.

Fino a questo momento gli unici ad aver incassato il bonus sono stati i pensionati che lo hanno ricevuto puntuale con l’assegno pensionistico. Sono ancora in attesa di ricevere le 200 euro i precettori del Reddito di Cittadinanza ed i lavoratori sia pubblici che privati. In questi giorni poi l’INPS ha pubblicato dei chiarimenti e, a sorpresa, una categoria di lavoratori non riceverà il bonus dall’Istituto.

Bonus 200 euro: ecco chi non lo riceverà dall’INPS

bonus 200 euro
bonus 200 euro (Foto Unsplash)

Con apposita circolare, la n.73 del 24 giugno 2022, l’INPS ha pubblicato dei chiarimenti riguardo le modalità di erogazione dell’indennità una tantum di 200 euro prevista dal Dl del 17 maggio 2022. Ai lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, anche se titolari di più rapporti di lavoro, spetta il diritto all’esonero contributivo dello 0,8%.

Leggi anche: Busta paga, questi lavoratori non troveranno il bonus 200€ ad agosto

Sarà poi l’INPS ad erogare il bonus ai titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30 giugno 2022.

Leggi anche: INPS offre cassa integrazione per il troppo caldo: come ottenerla

Non sarà invece l’INPS ad erogare il bonus ai soggetti disabili e titolari di indennità di accompagnamento. Nel vari articolo del Dl Aiuti non si fa infatti nessuna menzione ai soggetti disabili esclusivamente titolari di indennità di accompagnamento ai quali, pertanto, l’indennità una tantum 200 euro è erogata dal proprio datore di lavoro che procede all’accredito diretto qualora ricorrano i presupposti previsti dalla legge.

Infine sono ancora da chiarire i nodi per quanto riguarda i lavoratori autonomi: per loro è stato aperto un apposito fondo ma ancora non si conoscono le modalità di erogazione. I lavoratori pubblici dovrebbero invece ricevere il bonus entro agosto nella busta paga di luglio.