C’è chi usa questo metodo per non pagare il Canone Rai

Il canone Rai, soprattutto adesso che il Governo è in crisi, torna tra gli argomenti di dibattito. Alcuni utenti riescono però a evitare di pagare questo balzello in modo assolutamente legale. E vi spieghiamo come

Canone Rai
Canone Rai (foto Adobe)

Soprattutto ora che il digitale terrestre mostra ancora una serie di limiti tecnologici nel nostro Paese, magari il canone per tanti cittadini è un fastidio insopportabile.

Andando però a leggere quelle che sono le direttive riportate dal sito di Agenzia delle Entrate alcuni utenti sono riusciti a trovare un modo per guardare i propri programmi preferiti senza dover necessariamente pagare questa tassa. Ma non si tratta di evasione fiscale ma semplicemente di una applicazione della stessa norma.

Canone RAI, Ecco come guardare la TV e non pagarlo

non pagare canonbe
Canone Rai (foto Adobe)

Abbiamo riportato più volte la situazione in cui si stanno ritrovando moltissimi cittadini e moltissime cittadine a seguito di quella che doveva essere la rivoluzione dello switch off con l’arrivo del nuovo digitale terrestre. In diverse aree del Paese, purtroppo, si continuano a registrare disservizi: gli stessi canali della Rai risultano assenti o attraversati da interferenze che non permettono una visione piacevole.

Leggi anche: Assegno unico agosto, queste persone lo riceveranno solo a settembre

E sono tante le famiglie che si stanno rivolgendo alle associazioni dei consumatori per chiedere di essere esonerati dal pagamento del canone RAI. Perché il canone è dovuto da tutti coloro che hanno un apparecchio in grado di ricevere i segnali radiotelevisivi e i disservizi causati dallo spegnimento o spostamento dei ripetitori rendono difficile per tanti percepire come giusta questa tassa.

Eppure, sempre leggendo i casi di esonero c’è una categoria di utenti, ovvero gli intestatari di utenza elettrica residenziale che non detengono la TV, che possono chiedere di non pagare il canone. Se infatti si appartiene ad una famiglia anagrafica in cui nessuno ha un apparecchio televisivo si può chiedere l’esonero.

Leggi anche: Busta paga bonus 200€, cosa fare se il datore di lavoro non paga?

È questo il caso, per esempio, degli studenti fuori sede che fanno nucleo familiare a sé stante perché magari sono studenti lavoratori. Se nella casa non c’è un apparecchio televisivo e la TV quindi viene fruita attraverso i servizi on demand, da computer o smartphone, sia ha diritto alla esenzione.