Busta paga, buoni benzina e aumenti per questi lavoratori

L’aumento dei prezzi sta mettendo in difficoltà diverse famiglie e cittadini. Gli aumenti in busta paga e i bonus sono un toccasana

Busta paga (Foto Adobe)

L’inflazione si sta facendo sentire nelle tasche degli italiani. Il bilancio familiare è meno prevedibile perché i prezzi cambiano e aumentano gradualmente e in breve tempo. I costi energetici, su tutti luce e gas ma anche i carburanti, hanno influito negativamente sui prezzi comportando degli aumenti.

Il protrarsi dei prezzi alti di bollette e carburanti ha inevitabilmente portato la catena di produzione e di distribuzione della merce a cambiare i prezzi in aumento. Fino a quando no si raggiungerà una indipendenza dal gas russo difficilmente i prezzi delle bollette torneranno quelli di prima. Le previsioni parlano del 2024 per l’addio totale al gas russo.

Buste paga, aumenti nel cuneese

Busta paga (Foto Adobe)

Intanto l’Italia ha portato dal 40% al 25% la dipendenza dal gas russo. Nel frattempo alcune imprese cercano di provvedere verso i propri dipendenti per sostenerli contro l’inflazione. Nel cuneese, in Piemonte, diverse aziende stanno riconoscendo ai propri dipendenti degli aumenti in busta paga oppure dei boni benzina.

Leggi anche: Bonus 200€, arriva finalmente la notizia per le partite iva

Ad incentivare il tutto sono state alcune sigle sindacali dell’area piemontese che si sono attivate per sostenere i dipendenti. Davide Mollo, segretario della Fiom-Cgil di Cuneo ha dichiarato a La Stampa di Torino: “In un primo tempo abbiamo fatto leva sul bonus carburante esente da imposte e contributi fino a 200 euro, previsto dal Governo, ma da più parti disatteso. La risposta è stata, invece, un vi aiutiamo noi. E a loro va un plauso” , afferma il sindacalista.

Leggi anche: Pensioni INPS agosto: queste persone troveranno 200€ in più

Le imprese che hanno aderito alle proposte sindacali e sono venute incontro ai dipendenti per contrastare l’inflazione sono state una decina in tutta la zona del cuneese interessando circa 2.000 lavoratori. Tra i provvedimenti più incisivi c’è stato quello della Westport di Cherasco che ha deciso un aumento del 5% in busta paga. Altre imprese hanno aumentato la busta paga in base all’indice dell’inflazione medio oppure hanno introdotto buoni benzina incentivati anche dal governo con un bonus da 200 euro detraibile poi dalle imprese stesse.