Pensioni INPS, sorpresa ad agosto: chi riceverà molti più soldi

Oltre il rateo del mese, potrebbero arrivare nelle tasche dei pensionati somme aggiuntive tra restituzioni e contributi. Vediamo in dettaglio

Pensioni INPS, sorpresa ad agosto: chi riceverà molti più soldi
Pensione INPS (Foto Adobe)

Trascorsa la prima metà di luglio, si è esaurito – e lungamente – il calendario della distribuzione delle pensioni INPS da parte degli uffici postali. Non bisogna che attendere la prossima tornata nei primi giorni di agosto. Di certo, rispetto al mese precedente, dove hanno imperversato le scadenze (le prime semestrali) dei versamenti e delle dichiarazioni (tra le quali, la dichiarazione dei redditi), luglio sta concedendo un’evidente boccata d’ossigeno.

In questo contesto, i pensionati hanno avuto modo di apprezzare due novità, una di natura straordinaria, l’altra programmata. Per quanto riguarda la misura (perché di questo si tratta) straordinaria, stiamo parlando del tanto discusso Bonus 200 euro, il sostegno erogato direttamente dall’INPS ai pensionati per fronteggiare la crisi economica derivata dal caro bollette e dal picco dell’inflazione.

Pensioni INPS, sorpresa ad agosto, cosa andrà ad aggiungersi al rateo

Pensioni INPS, sorpresa ad agosto: chi riceverà molti più soldi
Pensione INPS (Foto Adobe)

Il bonus 200 euro viene elargito dall’INPS direttamente sul cedolino senza che i percettori del trattamento pensionistico abbiano dovuto presentare un’apposita domanda in precedenza. Il contributo costituisce una misura una tantum prevista sin dall’approvazione del Decreto aiuti e che potrebbe (il condizionale è d’obbligo) assistere ad un rinnovo per altri due mesi.

Leggi anche: Bollette gas, l’avvertimento dell’Arera per l’autunno e l’inverno

Il contributo verrà elargito entro ottobre anche a lavoratori dipendenti, qualche autonomo e ai percettori di Reddito di Cittadinanza. Ma se tale sussidio non è arrivato a tutti, ancor più esigua è stata la platea pensionistica che ha beneficiato dell’altra misura, quella ordinaria e programmata annualmente a luglio: la quattordicesima INPS. Quest’altra importante voce è approdata sui cedolini dei pensionati che posseggono redditi molto bassi.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate, stop alle lettere: ecco fino a quando

A causa delle situazioni di credito del Fisco, il bonus non è stato erogato a tutti gli aventi diritto e questo comporta lo slittamento ad agosto, ma non più tardi di ottobre. Si frappongono, infatti, ritardi dovuti alla presenza di controlli e al sovraccarico delle pratiche. Ad agosto potrebbe slittare anche la quattordicesima verso chi – come da norma – compie l’età minima di 64 anni (oltre i limiti reddituali annui, inferiori a 13.633 euro) entro il 31 luglio 2022. A ciò si aggiungeranno i rimborsi IRPEF legati alle dichiarazioni dei redditi, ma il pagamento rispetterà l’ordine di presentazione di queste ultime.