Regalo battesimo e comunioni: quanto costa un lingottino d’oro

Potrebbe coronare i futuri risparmi di un neonato o fare la felicità di un bambino; un lingotto è la soluzione. Di cosa si parla

Regalo battesimo e comunioni: quanto costa un lingottino d'oro
Lingotti d’oro (Foto Pixabay)

Difficile mentire, in un’occasione importante da festeggiare, l’oro rappresenta un regalo sempre gradito. Bello da vedere; bello da indossare se si tratta di un attraente gioiello. Un regalo che non si limita a far bella mostra di sé nella sola circostanza in cui viene donato, ma accompagnerà la vita di chi lo ha ricevuto; in primo luogo, perché l’oggetto non perderà, o meglio, guadagnerà il suo valore. 

Certo, un gioiello non è per tutti. C’è chi lo gradirebbe ma non saprebbe quando indossare quella collana, quegli orecchini o quel particolare braccialetto; altri reputano l’oro come una pesante responsabilità da tenere in casa, da difendere dai ladri e dalle rapine. Non ci si pensa ma un’alternativa per un regalo diverso e che sicuramente non subirà le riserve di alcuno è il lingotto d’oro.

Quanto costa un lingotto d’oro nella sua misura più piccola?

Regalo battesimo e comunioni: quanto costa un lingottino d'oro
Lingotti d’oro (Foto Pixabay)

Beninteso, non parliamo del lingotto d’oro da un chilogrammo (a meno che non fossimo smisuratamente generosi) ma, sì, ci riferiamo a quell’oggetto che i più immaginano dentro i caveau delle Banche nazionali. È vero, non è così intuibile come forma di regalo, abituati come siamo ad attribuire la veste di termometro sui tassi del costo del denaro; eppure, per quanto non se ne parli molto, costituisce una forma di investimento davvero interessante.

Leggi anche: Amazon, condizionatore in offerta a meno di 30€ | Foto

Se tale sarà come investimento, come regalo sarà apprezzato oltre ogni misura. Significa donare una fonte di risparmi che andrà crescendo negli anni. Ma come sceglierlo per non dilapidare le proprie finanze per un regalo? Occorre conoscere le pezzature, definite dal peso, dalle dimensioni e dal prezzo per l’acquisto. Ve ne sono per ogni ordine di spesa: si parte dal “lingottino” da 1 grammo.

Leggi anche: Bonus 200€: chi può fare domanda fino al 30 settembre

Le quotazioni attuali danno il più piccolo della numerosa famiglia dei lingotti a un prezzo d’acquisto di circa 120 euro. Una spesa sostenibile, insomma. Nel corso degli anni, il rendimento dell’oro non ha conosciuto crisi e un esemplare di lingotto potrebbe rivelarsi un ottimo investimento per il futuro, generando da sé degli interessanti e sicuri risparmi. Ed è certo che gli sposi o il bambino non dimenticheranno il loro donatore.