Mutuo, Poste offre una percentuale altissima della somma

Siamo sicuramente in un momento in cui chiedere un prestito o un mutuo significa fare delle scelte che avranno conseguenze per il futuro a lungo termine e vale quindi la pena riuscire ad avere sotto gli occhi il maggior numero possibile di offerte come quella di Poste Italiane

Mutuo Poste
Mutuo Poste (foto Adobe)

Se avete deciso di fare questo passo importante nella vostra vita e quindi state cercando un mutuo è sempre meglio avere più opzioni tra cui scegliere. Vediamo quindi quali sono le caratteristiche salienti del mutuo denominato BancoPosta Acquisto.

Il mutuo BancoPosta Acquisto è pensato per finanziare proprio l’acquisto sia della prima casa sia della seconda casa. Ci sono diverse opzioni tra cui scegliere e con cui gestire al meglio questo progetto molto importante. Trattandosi di una scelta così onerosa non è ovviamente possibile gestire online l’attivazione ma quello che potete fare attraverso il sito di Poste Italiane è comunque scegliere l’ufficio più vicino a voi e prendere appuntamento per poter quindi avere una consulenza per il vostro mutuo con un esperto.

Mutuo Poste Italiane, tassi e dettagli

Mutuo Poste
Mutuo Poste (foto sito ufficiale poste italiane)

Accendere un mutuo per poter acquistare la propria casa è un passo importante e va fatto conoscendo i rischi e le diverse opportunità. Vediamo quali sono i servizi offerti in particolare da Poste Italiane. Innanzitutto occorre sapere che potete richiedere fino all’80% del valore dell’immobile che volete acquistare e potete decidere di far durare il mutuo da 10 e fino a 30 anni. Per quello che riguarda il tasso di interesse è possibile scegliere tra tre formule: solo tasso fisso, solo tasso variabile e tasso misto.

Leggi anche: Buoni fruttiferi Poste, arriva una grossa novità per i clienti

Con il mutuo di Poste Italiane non c’è poi nessuna commissione per l’estinzione o la riduzione anticipata della forma di prestito, l’iscrizione ipotecaria viene effettuata calcolando un valore del 150% dell’importo finanziato e, a seconda del tipo di tasso che scegliete, ci sono due opzioni: sospensione rata e opzione flessibilità durata. L’opzione sospensione rata può essere richiesta sia per i tasti fissi sia per i tassi variabili mentre la flessibilità durata può essere richiesta solo sui mutui a tasso variabile.

Leggi anche: INPS, beffa pensionati: brutta sorpresa alle Poste italiane

Tra le spese una tantum da tenere in considerazione ci sono: 600 euro di spese di istruttoria, 390 euro di spese di perizia, 250 euro di imposta sostitutiva e 240 euro di polizza antincendio obbligatoria per proteggere l’immobile da eventuali incendi.