Pensioni INPS, bonus 200€ non ricevuto: come recuperarlo

Alcuni pensionati non hanno ricevuto il bonus da 200 euro una tantum sulla pensione di luglio: ecco come recuperarlo

bonus 200 euro pensione
bonus 200 euro pensione (Foto Unsplash)

Il mese di luglio porta con sé una importante novità per quanto riguarda i pensionati, i lavoratori autonomi e pubblici ed i percettori del Reddito di Cittadinanza. Tutte queste categorie riceveranno infatti, sulla pensione, la busta paga o la carta del Rdc, il bonus da 200 euro una tantum previsto dal governo Draghi.

Si tratta di un bonus che, come dice lo stesso nome, sarà erogato una sola volta e vuole essere un valido aiuto per le persone in questo complicato periodo socio – economico che stiamo vivendo. Il bonus è inserito in un punto del Dl Aiuti e potranno beneficiarne coloro che hanno un reddito lordo annuo inferiore a 35mila euro.

Bonus 200 euro: cosa fare se non è stato accreditato sulla pensione

bonus 200 euro pensioni
bonus 200 euro pensioni (Foto Unsplash)

I pensionati sono stati i primi a ricevere il bonus dal momento che l’erogazione è prevista direttamente sulla pensione di luglio. Per questo motivo coloro che sono usciti dal mondo del lavoro sono stati tra i primi a ricevere il bonus: le pensioni sono infatti state erogate a partire dallo scorso 1° luglio.

Leggi anche: Novità pensione di reversibilità: arriva una storica sentenza

Come detto, requisito fondamentale per percepire le 200 euro è avere un reddito lordo annuo inferiore a 35mila euro eppure alcuni pensionati, pur rientrando in questo requisito, non hanno ricevuto il bonus. Cosa bisogna fare in questo caso? La prima cosa da fare è sicuramente presentare domanda di ricostituzione all’INPS.

Leggi anche: Bonus 200€ lavoratori dipendenti: ecco quando arriverà

L’INPS, infatti, potrebbe non avere tutta la documentazione richiesta per sbloccare la pratica. All’Istituto di Previdenza Sociale potrebbero mancare alcuni dati fondamentali come quelli reddituali relativi al 2021 o anche quelli relativi alla residenza in Italia. Attraverso la domanda, quindi, il pensionato può aggiornare la propria situazione sia anagrafica che reddituale.

Attraverso la domanda si dimostra all’INPS di avere i requisiti fondamentali per accedere al bonus di 200 euro previsto dal Dl Aiuti. Presentare la domanda è facilissimo: basta collegarsi sul sito dell’INPS e accedere, attraverso le proprie credenziali CIE, CNS o SPID o chiedendo l’aiuto di un Caf o Patronato. Dopo aver accettato l’istanza l’INPS erogherà il bonus da 200 euro sulla pensione di agosto.