Gratta e Vinci choc, prende 15 mila biglietti in tabaccheria e…

Tenta la fortuna per affrontare gli aumenti da pandemia ma l’ha combinata davvero grossa. Cosa è successo

Gratta e Vinci choc, prende 15 mila biglietti in tabaccheria e...
Gratta e Vinci (Foto Adobe)

Può capitare un po’ a tutti di avere voglia di tentare la sorte, cercare una fortuna quanto basta per dare soluzione a qualche discreto problema di natura economica. Semplicemente, di tanto in tanto (sperando nell’esito positivo), per premiarci. Di possibilità ve ne sono tante, ma le più economiche sono offerte dalla lotteria instantanea dei Monopoli di Stato, arcinota a giocatori e non giocatori: i Gratta e Vinci. 

Possiamo condividere una giocata con gli stessi amici con i quali condividiamo un caffè, augurandoci di cambiare insieme l’umore della giornata. Se stiamo in una tabaccheria o alla cassa di alcuni bar, non dobbiamo che portare lo sguardo oltre le spalle dell’esercente alla cassa, perché è lì che trovano sempre posto i biglietti dalla patina argentea. Scegliamo quello per cui siamo disposti a spendere, tanto la scelta è ampia: per tutti i prezzi, per tutti i gusti.

Gratta e Vinci choc, il caro vita all’origine dei furti di biglietti

Gratta e Vinci choc, prende 15 mila biglietti in tabaccheria e...
Gratta e Vinci (Foto Adobe)

Certo, i Gratta e Vinci salgono talvolta agli onori della cronaca per la peculiarità locale di taluna importante vincita, alla stregua dei festeggiamenti di una località ospitante il fortunato vincitore di una lotteria nazionale o del Superenalotto; altre volte, sono oggetto di azioni fraudolente, delle quali si rendono protagonisti un manipolo di malintenzionati giocatori, oppure, addirittura lo stesso tabaccaio.

Leggi anche: Prelievo Postamat, questa mossa fa scattare una denuncia

Come di recente è accaduto in una tabaccheria ad Acilia, alle porte di Roma. La donna, che ci lavorava da tre anni, portava con sé una borsa vuota ogni mattina; alla sera si riempiva, dividendoli in mazzetti, di biglietti come Mega Miliardario, Turista per Sempre, Tutto per Tutto, Il Miliardario Maxi. Circa 15.000 talloncini rubati, secondo il titolare che aveva riscontrato della anomalie nei registri di cassa.

Leggi anche: Gratta e Vinci, clamoroso Turista: è accaduto in settimana

Fino al 17 giugno 2020, quando la donna è stata colta in flagrante mentre riponeva nella sacca una manciata di biglietti. Alla richiesta di spiegazioni, ha confessato che lei e la sua famiglia non poteva più affrontare l’aumento delle spese dovuto alla pandemia. Dopodiché si è licenziata, assicurando però la restituzione di 16mila euro. Pochi giorni fa, la donna ha ritirato le dimissioni sostenendo di essere stata costretta dal titolare. A questo punto, l’uomo l’ha denunciata e ora si attende la decisione dai giudici. Il danno causato dai continui furti si aggira intorno ai 150mila euro.