Allarme supermercati, alimenti ritirati d’urgenza: il motivo

Alcuni prodotti presenti nei supermercati, se non a norma di legge possono risultare gravemente dannosi se ingeriti

prodotto ritirato supermercati
Prodotto ritirato (Foto Pixabay)

I richiami alimentari avvengono in seguito ai controlli effettuati dal ministero della salute. Al livello europeo, l’Efsa, l’autorità che si occupa di sicurezza alimentare, sta acquisendo sempre più potere, anche in virtù del fatto che la sicurezza alimentare è un tasto molto sensibile nella cittadinanza. L’Italia ha recepito i suggerimenti dell’Efsa ed effettua controlli periodici nei supermercati. Gli esami vengono effettuati sul packaging, sull’idoneità della conservazione, ed anche analisi chimiche del prodotto stesso.

A monte della filiera alimentare ci sono gli stabilimenti di produzione. Essi devono essere a norma, certificati ed adatti alla produzione di cibo, specie se si derivazione animale. Le sostanza animali sono quelle che si degradano più facilmente, e che possono essere sottoposte all’aggressione di agenti patogeni. Che di conseguenza passano all’uomo, causando anche gravi intossicazioni alimentari.

Allarme supermercati, il prodotto ritirato

pesce ritirato supermercati
Prodotto ritirato (Foto Pixabay)

E’ nell’interesse del consumatore che si conosca l’origine dello stabilimento di provenienza di un prodotto alimentare. In assenza di tale informazione, ciò che si trova nel supermercato non può essere soggetto ai controlli di sicurezza. E’ quanto è accaduto a dei prodotti di pesce confezionati sottovuoto in cellophan o in vaschette di plastica. Il motivo del richiamo da parte del Ministero della Salute è alimenti prodotti in stabilimento non riconosciuto, e non idoneo ai sensi dell’art. 14 del Reg. CE 178/2002. Di conseguenza viene meno la tutela del consumatore.

Leggi anche: Presenza di allergeni: prodotti richiamati dai supermercati

I prodotti venduti in alcuni supermercati sono a marchio “Mama Africa”, dell’azienda di produzione Alimenti dal Mondo -Italia srl. Gli alimenti in questione sono pesce gatto, sardine, stoccafisso, mazzancolle, pesce lucertola, tilapia, suro, umbrina. Se si possiede uno di questi alimenti non consumarlo. Gettarlo o riportarlo al punto vendita in cui si è acquistato.

Leggi anche: Prodotto ritirato dal mercato: presenza di ossido di etilene

Si consiglia in generale di non acquistare alcun prodotto del marchio suddetto. Se lo stabilimento di produzione e confezionamento non è identificabile, non si possono effettuare le adeguate ispezioni, e di conseguenza esiste un forte rischio che il prodotto conservato possa non essere integro, con rilevanti conseguenze sulla salute.