Busta paga, questi lavoratori avranno 5 mensilità in più

In un periodo in cui il potere di acquisto si svaluta a causa dell’inflazione ritrovarsi soldi in più è un sollievo

Busta paga bonus restituzione
Busta paga (Foto Adobe)

L’Italia vive un periodo in cui i prezzi dei beni aumentano gradualmente. Il potere di acquisto dei cittadini diminuisce e si contraggono anche i consumi. Alla base degli aumenti dei beni di consumo c’è il costo dell’energia, principalmente il gas. A fasi alterne condizionano i mercati anche i prezzi dei carburanti nonostante il taglio delle accise e dell’Iva.

In questo scenario per i lavoratori che vivono di stipendio fisso trovarsi dei soldi in più in busta paga è un sollievo. In questo periodo alcune categorie di lavoratori riceveranno degli arretrati mentre tanti altri un bonus una tantum da 200 euro. Ci sono poi le iniziative di alcuni privati tese a sollevare i propri dipendenti dal peso dell’inflazione.

Fino a 5 mensilità in più, l’impresa virtuosa del torinese

Busta paga
Busta paga (Foto Adobe)

L’ultima iniziativa in tal senso arriva da un imprenditore attivo nel torinese con la sua impresa di cosmetici, la Reynaldi CosmeticiSi chiama Marco Piccolo ed è un esempio di imprenditoria virtuosa. Infatti, Piccolo punta molto sul capitale umano perché è convinto che per ottenere il meglio dai propri dipendenti costoro devono stare bene.

Leggi anche: Assegno Unico, aumento di 120 euro: ma non per tutti

L’imprenditore virtuoso è stato intervistato a Radio24 dove ha raccontato come intende aiutare i suoi lavoratori: “Da un solo dipendente nel 2000, la nostra attività è cresciuta mediamente del 25% ogni anno e oggi abbiamo 75 lavoratori. La nostra è una piccola azienda familiare cresciuta da zero. Le persone che hanno lavorato con noi sono quelle che hanno determinato il successo dell’azienda”, sottolinea Piccolo.

Leggi anche: Bancomat, dal 1° luglio diventa obbligatorio: fai attenzione

Poi passa a spiegare nello specifico la sua filosofia di gestione delle risorse umane: “Mangiamo insieme, lavoriamo gomito a gomito, per cui se ci sono degli utili, perché devo tenermeli solo io? Quindi, oltre allo stipendio, agli straordinari e ai premi di produttività, i miei collaboratori prendono un terzo dell’utile prodotto, cioè fino a 5 mensilità in più in busta paga. È semplicemente una restituzione perché nella nostra azienda c’è reciprocità“.