Reddito di cittadinanza: chi non avrà il bonus di 200 euro

Non tutti i percettori del Reddito di Cittadinanza avranno diritto al bonus da 200 euro una tantum. Ecco il motivo 

Bonus 200 euro restituzione
Bonus 200 euro (Foto Adobe)

Una delle novità importanti del Dl Aiuti pubblicato lo scorso 17 maggio in Gazzetta Ufficiale è il bonus da 200 euro una tantum che sarà erogato ad oltre 30 milioni di italiani. Tra questi lavoratori autonomi e pubblici, pensionati e disoccupati. Come si evince, non sarà un sostegno periodico ma i soldi saranno versati un un’unica soluzione.

Oltre alle categorie sopra elencate, avranno diritto al bonus anche i percettori del Reddito di Cittadinanza. In questo caso, però, non tutti i beneficiari avranno diritto al bonus proprio come non tutti i lavoratori, pensionati e disoccupati lo avranno. Vediamo insieme per quale motivo.

RdC, niente bonus da 200 euro per questi beneficiari 

Bonus 200 euro restituzione
Bonus 200 euro (Foto Adobe)

Partiamo proprio dai percettori del Reddito di Cittadinanza. Per queste persone il Governo ha disposto che ci sia una sola erogazione del Bonus 200 euro per nucleo familiare. In poche parole questo significa che non percepirà il bonus chi ha il Rdc ma in famiglia c’è anche un’altra sola persona che riceve il diritto al bonus una tantum.

Leggi anche: Bonus 200 euro INPS: chi dovrà restituirlo in 8 rate

Le cose sono invece diverse per quanto riguarda pensionati e lavoratori, sia pubblici che autonomi dal momento che non riceveranno i 200 euro coloro che hanno un reddito annuo superiore ai 35mila euro lordi. Il bonus è poi destinato, con le medesime condizioni, anche ai titolari di trattamenti pensionistici di invalidità o assegni sociali.

Potranno ricevere il bonus anche i lavoratori dipendenti che nei primi quattro mesi del 2022 hanno avuto una riduzione contributiva dello 0,80% come disposto dalla legge di Bilancio 2022. Questo beneficio si ottiene se in un singolo mese non si superano i 2.692 euro di euro di imponibile.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, ecco perché non arriva l’assegno unico

Il bonus spetta anche a tutti coloro che ricevono le indennità di disoccupazione agricola, la NASPI e la Dis – coll. Infine, per quanto riguarda gli autonomi si attende un nuovo decreto dal momento che deve essere definito il modo in cui il sostegno sarà erogato ed è noto che la spesa prevista è di circa 500 milioni di euro.

Ricordiamo infine che il Bonus da 200 euro non è una misura rivolta ai nuclei familiari, ma ai soggetti singoli. Questo presuppone che non sarà basato sull’ISEE, che resta invece utile per ottenere altri Bonus.