Superenalotto, Jackpot da 205 milioni: quanto si vince davvero

Il prossimo concorso del Superenalotto metterà in palio un mega Jackpot da 205 milioni di euro. Ma quanto si incasserà davvero in caso di 6?

Jackpot Superenalotto
Superenalotto (da YouTube)

Una vincita da sogno, un colpo stratosferico che potrebbe cambiare la vita di chiunque. Sono ormai mesi che ascoltiamo queste frasi dai giocatori appassionati di Superenalotto. Il concorso ad estrazioni che sta catturando le attenzioni di tutti gli italiani, che sperano di poter finalmente arrivare a quel sei da urlo. Che ad oggi vale ben 205 milioni di euro. Una cifra spaventosa e pazzesca, da guinness dei primati.

Attualmente i milioni messi in palio dal celebre concorso rappresentano un record a livello mondiale. Infatti parliamo del Jackpot più alto in assoluto, quello che garantirebbe una cifra monstre a chiunque dovesse riuscire nell’impresa di centrare il sei. Che manca all’appello ormai da un anno. Quando un fortunato giocatore marchigiano (Montappone) riuscì nel maggio 2021 a portare a casa un bottino di oltre 156 milioni di euro.

Il Jackpot attuale di 205 milioni si sta avvicinando alla vincita più alta in assoluto mai centrata nel nostro paese. Colpo messo a segno nel 2019 da un fortunato giocatore di Lodi che con una schedina di appena 2 euro portò a casa quello che rappresenta la vincita delle vincite di ben 209,1 milioni di euro. Primato ormai minacciato dal Jackpot attuale che si sta avvicinando a quella somma. Puntando dritto alla vetta della speciale classifica.

Superenalotto, la vincita reale in caso di sei

Superenalotto, Jackpot stellare
Superenalotto (dal sito ufficiale)

In questi giorni tutti i giocatori appassionati di Superenalotto, ma anche gli scommettitori “occasionali” (quelli che non giocano abitualmente ma che sono attirati dalla somma monstre del Jackpot) si stanno facendo la stessa domanda. Ovvero quanto si incasserebbe per davvero in caso di vincita. Come riporta il sito ufficiale superenalotto.it c’è da tenere in considerazione la tassazione sul gioco prevista dal Governo.

Leggi anche: Lotto, terno secco sulla ruota di Venezia: vincita enorme

E nello specifico dall’articolo 1, comma 734, della Legge di Bilancio 27 dicembre 2019, n.160 che prevede un “taglio” del 20% per tutte quelle vincite che superano la cifra dei 500 euro a partire dal 1 marzo 2020. Quindi su un totale di 205 milioni di euro bisogna considerare il 20% di tassazione. Con la somma che scenderebbe a 164 milioni (-41 milioni). Da sottrarre alla tassazione i 500 euro iniziali esentasse.

Leggi anche: “Prendiamo un Gratta e Vinci”. Vince e scappa col bottino milionario

E’ evidente che tutti i giocatori, anche in caso di vincita, dovranno in un certo senso condividere la vincita con un “socio occulto” che resta lo Stato. Poco male, in ogni caso si tratterebbe di una somma comunque considerevole anche al netto della tassazione prevista per legge.