Bonus 750 euro, scadenza vicina: di cosa si tratta

Sta per scadere il termine ultimo per ottenere fino a 750 euro di bonus legati ad un incentivo stabilito nel 2020

agenzia delle entrate comunicazione eredi
Agenzia delle Entrate (Foto Adobe)

E’ tempo di scadenze per i contribuenti non solo per le erogazioni di tributi. Il calendario prevede anche delle scadenze per la richiesta di alcune misure di sostegno. In questi due anni gli strumenti utilizzati per sostenere cittadini in difficoltà o incentivare alcune pratiche a scapito di altre, sono stati innumerevoli.

Tra questi è in scadenza anche il bonus mobilità 2020. Si tratta di un incentivo voluto dal Governo per affrontare la prima ondata della pandemia. Un modo per incentivare altri mezzi di trasporto non inquinanti e offrire l’opportunità di evitare i mezzi pubblici che, in quella fase senza i vaccini, erano altamente rischiosi per i contagi.

Bonus mobilità, scadenza vicina

Agenzia delle Entrate stretta scontrini
Agenzia delle Entrate (Foto ANSA)

Si tratta di un bonus indirizzato a tutti coloro che hanno scelto di utilizzare strumenti di trasporto green durante il primo anno della pandemia, ossia dal 1 agosto al 31 dicembre 2020. Infatti, la misura viene erogata nella forma del credito d’imposta a coloro che, come indicato dall’Agenzia delle entrate, nel periodo suddetto hanno acquistato “biciclette, monopattini elettrici, e-bike, abbonamenti al trasporto pubblico, servizi di mobilità elettrica in condivisione (sharing) o sostenibile”.

Leggi anche: Bonus 200€, cosa è compreso nel reddito-limite di 35.000€?

La scadenza per inoltrare le domande è vicinissima. Infatti, per chiedere il bonus è stata prevista una fascia temporale che va dal 13 aprile al 13 maggio. Per i “ritardatari”, quindi, restano ancora poche ore per approfittare del bonus mobilità.  La misura prevede, tuttavia, un tetto. Per l’iniziativa, infatti, è stato fissato un fondo di 5 milioni di euro.

Leggi anche: Bolletta gas: nuova batosta in arrivo per i cittadini

Per effetto di questo tetto massimo, la cifra in detrazione potrebbe anche essere inferiore a quella massima. E’ prevista, in tal senso, una comunicazione da parte degli enti preposti relativa alla percentuale di credito di imposta ricevuto in riferimento al tetto massimo di 750 euro.

Per inoltrare la domanda è necessario compilare l’apposito modulo disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate nell’area riservata del sito o sui canali telematici. L’Agenzia delle Entrate ricorda sul sito che per ottenere il sostegno è  “necessario aver consegnato per la rottamazione, nello stesso periodo, contestualmente all’acquisto di un veicolo, anche usato, con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 110 g/km, un secondo veicolo di categoria M1 rientrante tra quelli previsti dalla normativa in materia (art. 1, comma 1032 della legge n. 145/2018)”.