INPS e INPGI, novità dichiarazione dei redditi: cosa cambia

Arriva una novità per alcuni contribuenti iscritti all’Inpgi, la cassa dei giornalisti, che dal 1 luglio passeranno all’Inps

Pensioni INPS
Pensioni INPS (Foto Adobe)

Il mondo delle pensioni è sempre in continua evoluzione. In Italia, infatti, il sistema lavorativo non riesce a proiettarsi in maniera solida nel sostegno a quello pensionistico. Sono troppi i lavoratori che non versano abbastanza contributi, sia perché non lavorano, sia perché i datori di lavoro non dichiarano la realtà in termini di condizioni lavorative.

La conseguenza è una mancanza di forte solidità del sistema che costringe i vari legislatori che si avvicendano a mettere mano a riforme delle pensioni. Tra le ultime modifiche attuate c’è lo spostamento presso l’Inps di una parte dei giornalisti iscritti alla propria cassa d previdenza, ossia l’Inpgi.

Passaggio dall’Inpgi all’Inps, cosa cambia per il 730

INPS
Sito INPS (Foto Adobe)

A partire dal 1° luglio 2022, infatti, i giornalisti che hanno un contratto di lavoro subordinato oppure i pensionati passeranno dall’Inpgi all’Inps. Resteranno, invece, alla cassa di previdenza dei giornalisti coloro che lavoro in forma autonoma e che sono già iscritti nella cosiddetta Inpgi2.

Leggi anche: Bolletta acqua: cosa sapere sullo scarico del WC

Questo cambiamento comporta una conseguenza anche in termini di dichiarazione dei redditi. Infatti, come annotato dall’Inps,  “il contribuente iscritto INPGI/1 che trasmetta la dichiarazione 730 2022 precompilata oppure si rivolga ad un CAF o un professionista abilitato, deve necessariamente indicare come sostituto d’imposta Inps”. 

Leggi anche: Carta di credito Poste, compri oggi e paghi domani: quanto costa

Questa indicazione vale anche se il modello 730 2022 viene compilato prima della data di passaggio dall’Inpgi all’Inps, ossia il 1° luglio 2022. L’intervento dello Stato, attuato attraverso la scorsa legge di bilancio (art. 1, commi 103-118, legge 30 dicembre 2021, n. 234), a favore del passaggio è stato dovuto perché il sistema lavoro del settore die giornalisti non riusciva più a sostenere il sistema pensionistico del settore.

In sostanza, la cassa di previdenza dei giornalisti era in perdita e rischiava un tracollo senza l’intervento statale. Lo spostamento delle pensioni a carico dei conti dell’Inps permette all’ente di gestire autonomamente gli iscritti dell’Inpgi2, ossia i lavoratori autonomi. Per costoro, come già indicato, non ci sono cambiamenti.