Trasporti, in arrivo il bonus da 60 euro: chi può utilizzarlo

Il decreto Aiuti e energia approvato lo scorso 2 maggio contiene una serie di provvedimenti legati al campo energetico

bonus cultura
Bonus trasporti (Foto Pixabay)

Il decreto Aiuti e energia, approvato dal Governo lo scorso 2 maggio, riguarda una serie di misure legate principalmente al settore energetico e alle conseguenze che i rincari stanno provocando per l’economia interna. L’azione, infatti, è diretta in parte ad assorbire il peso dell’inflazione dovuta ai rincari di luce, gas e carburanti.

Nello stesso tempo, si cerca anche di incentivare una domanda minore di energia attraverso la semplificazione delle procedure per sfruttare le energie rinnovabili e non solo. Rientra, infatti, anche in questo caso  la misura di sostegno decisa per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Bonus trasporti, 60 euro per l’abbonamento

Metro (Foto: Mick De Paola unsplash)

A tal proposito è in arrivo per gli italiani che hanno un reddito personale, e non Isee, non superiore a 35.000 euro, il bonus trasporti. Si tratta di un sostegno del valore di 60 euro utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti ai mezzi pubblici di trasporto. L’incentivo mira soprattutto ad incentivare l’uso dei mezzi pubblici abbassando i consumi di carburanti.

Leggi anche: Mascherina a lavoro: chi deve indossarla per legge e chi no

Tuttavia, si tratta anche di un ulteriore sostegno, anche se minimo, ai cittadini che utilizzano già i trasporti pubblici per spostarsi. Il Governo per ora ha stanziato un fondo da 100 milioni per l’incentivo all’utilizzo del trasporto pubblico. Successivamente sarà pubblicato un decreto attuativo che indicherà le modalità di richiesta del bonus da 60 euro.

Leggi anche: NASPI, bonus in arrivo per tutti i disoccupati

E’ già noto che sarò creata una piattaforma ad hoc per accedere e richiedere il bonus trasporti. Potrebbe esserci anche un click day come accaduto anche per altre misure di sostegno erogate una tantum. L’intervento prevede l’utilizzo del bonus  per l’acquisto di abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale o per il trasporto ferroviario nazionale. Inoltre, lo strumento può coprire il 100% della spesa sostenuta, entro un limite massimo suddetto di 60 euro.

Il bonus trasporti può essere, inoltre, utilizzato per acquistare un abbonamento per i trasporti a carattere personale. Ciò vuol dire che in una famiglia ognuno dovrà fare la propria richiesta per ottenere il bonus trasporti. Non è possibile, quindi, alcun cambio utilizzatore.