Sembra uno smartphone ma è un autovelox: attenzione

Le nuove app che si servono di algoritmi possono anche calcolare la velocità di un’auto come un autovelox. Ma è legale?

Autovelox smartphone
Autovelox (Foto Pixabay)

L’autovelox è uno dei maggiori timori degli automobilisti, che se esperti o con poco senno superano senza troppi problemi i limiti di velocità. Ma in questo modo diventano passibili di sanzione ed anche di perdita dei punti della patente. Il limite di velocità, proprio per disincentivare la pratica piuttosto che punire, viene segnalato continuamente, e sulle autostrade sono presenti dei tutor per segnalare al conducente la velocità come avvertimento, non sanzione.

Diverso è il discorso dell’autovelox, mirato a multare i trasgressori. Per legge deve essere appositamente segnalato, ed installato correttamente. Inoltre la misurazione e la taratura del dispositivo deve aver ricevuto le prescritte manutenzioni.

Nel caso in cui uno di questi elementi sull’autovelox viene meno, si può chiedere l’annullamento della sanzione al Giudice di Pace, e probabilmente si otterrà senza problemi. Con la spinta dell’intelligenza artificiale al servizio della tecnologia smartphone, sono state create delle app per calcolare la velocità di un’auto come un autovelox.

Autovelox da smartphone, è legale in Italia?

Autovelox
Autovelox (Foto Pixabay)

E’ un’applicazione che si chiama Speedcam Anywhere, e serve a segnalare gli eccessi di velocità. Basta inquadrare l’auto per pochi secondi e l’applicazione invia il filmato ai server dell’azienda e, sfruttando un algoritmo, calcola con misure e tempo la velocità del mezzo, producendo poi una serie di stime e documentazioni. Tra questi documenti ci sono anche le specifiche del veicolo.

Leggi anche: Allarme bancomat, se noti queste cose non prelevare

Come accennato in precedenza, in Italia per essere passibili di multa, si deve essere fotografati da un autovelox correttamente installato e revisionato. Da ciò risulta evidente che una app di una società privata non può essere utilizzata per formalizzare sanzioni, ma il passo potrebbe essere non così lontano.

Leggi anche: Semafori, la novità: si rischia una multa salata

Speedcam Anywhere non è ufficiale, ma ad esempio in Inghilterra viene utilizzato come prova in Tribunale. Queste possono essere prodotte e conservate anche da privati, ed all’occasione esibite come dicumento validato. Per ora l’app ha un costo, ma se le forze pubbliche dovessero utilizzarlo, ovviamente cambieranno i termini di utilizzo.