“Anomalia sul conto”. Allarme Poste: cosa sta succedendo

Arriva un allarme riguardo un messaggio che potrebbe arrivare in qualunque momento ai possessori di un conto con Poste Italiane

truffa poste messaggio
Poste Italiane, attenzione al messaggio (foto Adobe)

Se ricevete un messaggio da parte di un numero sconosciuto, il consiglio che vi diamo, anche alla luce di quanto successo nel sud della Sardegna, è quello di non lasciarvi prendere dal panico e di non cadere nella tentazione di rispondere.

I malviventi e i truffatori sono infatti sempre all’opera e sempre pronti a sfruttare le disattenzioni per facili guadagni. Quello che è successo a una donna di 50 anni residente nel sud della Sardegna potrebbe essere infatti una storia uguale a tante altre.

Poste Italiane, non rispondete a questo messaggio

Poste Italiane, attenzione al messaggio
Poste Italiane, attenzione al messaggio (foto Adobe)

Come accennavamo prima, la storia che vi raccontiamo riguarda una truffa che è stata scoperta in Sardegna. Una donna di 50 anni ha infatti denunciato ai carabinieri di aver ricevuto da parte di un numero sconosciuto un messaggio con cui un sedicente servizio clienti di Poste Italiane le comunicava che era stata riscontrata una anomalia sul suo conto corrente BancoPosta. La donna è stata poi contattata da un numero di telefono al quale ha risposto il sedicente operatore dell’assistenza clienti che è riuscito a convincerla a effettuare alcune operazioni presso uno sportello Postamat.

Leggi anche: Bancomat, attenzione se versi questa cifra: rischi controlli

Per fortuna, poco dopo aver completato le operazioni secondo le indicazioni ricevute, la donna si è resa conto che in realtà aveva effettuato un versamento pari a 1300 euro su una carta Postepay Evolution. Sia il messaggio, sia il numero di telefono non erano quindi di Poste Italiane ma sono stati utilizzati da un truffatore che è stato poi individuato e denunciato a piede libero per truffa aggravata.

Leggi anche: Postepay, attenzione: mai fare questa cosa allo sportello

Al truffatore, un quarantottenne napoletano, era intestata la Postepay su cui la vittima della truffa aveva effettuato il versamento. Questa vicenda, che per fortuna si è conclusa con l’individuazione del malvivente, è un esempio dei messaggi e delle telefonate cui occorre prestare attenzione. Come ricordato spesso anche da Poste Italiane, non vengono utilizzati questi canali per comunicare eventuali anomalie riscontrate sul conto corrente. Se quindi diventate destinatari di un messaggio che vi avvisa che c’è qualcosa che non va sul vostro conto BancoPosta, rivolgetevi direttamente alla vostra filiale di riferimento al fine di segnalare anche queste possibili truffe.