“INPS, bonifico da 600€ in arrivo”. Attenzione all’email sospetta

Tanti italiani stanno ricevendo un messaggio in cui si afferma di essere beneficiari di un bonus da 600 euro. Ma attenzione…

(pixabay)

La Legge di Bilancio 2022 porta con sé agevolazioni e finanziamenti per tanti italiani in difficoltà economica a causa della pandemia da Covid-19 che, appunto, ha dato un duro colpo alle famiglie italiane.

Se da un lato il governo tenta in tutti i modi di aiutare le famiglie, dall’altro lato i truffatori provano in tutti i modi di mettere in difficoltà gli italiani. L’ultima truffa messa in campo dai malviventi riguarda proprio i Bonus INPS. Vediamo insieme cosa è stato scoperto.

INPS, bonifico da 600 euro in arrivo: attenzione alla truffa

(Pixabay)

Da quando il governo ha messo in campo i vari Bonus Covid-19 si è esteso a macchia d’olio il fenomeno del phishing anche per quanto riguarda queste agevolazioni. Con il termine phishing ci si riferisce ad una vera e propria frode informatica che ha come obiettivo il furto dei dati sensibili di una persona, come le coordinate bancarie.

Leggi anche: Bonus asilo nido INPS: chi rischia di non avere i soldi

L’ultima truffa con questo metodo riguarda proprio i Bonus Covid 2022. Attraverso una falsa mail, che solo in apparenza somiglia a quelle ufficiali dell’INPS, si comunica agli utenti il mancato accredito di un bonifico da 600 euro. La mail recita: “Con la presente comunichiamo che l’ordine di bonifico a vostro favore da INPS è stato regolarmente eseguito. Non siamo in grado di effettuare il bonifico perché ci risulta che i dati registrati nel sistema non solo aggiornati”.

Leggi anche: Canone Rai, arriva la prima rata e l’avviso in bolletta

Nella mail è poi contenuti un link per aggiornare i dati personali su cui si invita a cliccare. È proprio nel momento in cui clicchiamo sul link che scatta la truffa vera e propria. Cliccando su link, infatti, si aprirà una pagina con delle sezioni da compilare. Non bisogna assolutamente compilare questa pagina dal momento che, dopo averlo fatto, tutti i dati saranno rubati nel tentativo di accedere al conto corrente dell’utente con sistemi telematici all’avanguardia.

Il tentativo di truffa non corre solo tramite email ma anche via SMS o telefonate sospette. Ricordiamo, infine, che l’INPS smentisce anche la notizia di nuovi fantomatici Bonus 2022 e che restano in vigore solo i benefici già concessi dalle normative.