INPS: chi può andare in pensione a 62 anni senza Quota 100

La legge di bilancio stanzia 600 milioni per l’uscita in pensione a 62 anni anche senza Quota 100, ma non per tutti

pensione
(pixabay)

Nel 2022 non sarà più in vigore Quota 100. Tuttavia, il Governo non ha trovato un’intesa per una riforma delle pensioni alternativa a Quota 100 e alla legge Fornero che rimane il punto di riferimento. Per evitare uno stallo e l’applicazione inevitabile della Fornero, è stata approvata Quota 102 soltanto per il 2022. Si tratta di una legge che ha quasi le stesse condizioni di Quota 100, con le uniche varianti di un anno anagrafico e un anno di contributi in più.

In pensione a 62 con Quota 82

Pensioni
Pixabay

In sostanza, il Governo ha rimandato il problema di un anno rinnovando Quota 100 con un ritocco minimo. Tuttavia, Quota 102 non è l’unica soluzione per uscire anticipatamente dal lavoro. Il Governo, infatti, ha varato per il 2022 Quota 82. Si tratta della possibilità di andare in pensione a 62 anni con almeno 20 anni di contributi versati. L’opportunità, però, non riguarda tutti i lavoratori. Si tratta di un provvedimento a sostegno dei lavoratori delle piccole e medie imprese in crisi.

Leggi anche: Pensioni 2022, l’aumento è previsto davvero per tutti?

Un discorso, quindi, che appartiene solo al privato. La particolarità sta nel fatto che l’azienda deve essere disposta a pagare un’indennità al lavoratore fino al compimento del 67simo anno di età, ossia quello che è previsto dalla legge ordinaria (Fornero) per l’uscita dal lavoro. Si tratta, in sostanza, di un allargamento dei contratti di espansione già previsti in precedenza ma non per questo numero di dipendenti.

Leggi anche: Agenzia delle Entrate: l’email che sta terrorizzando tutti

L’indennità, infatti, è l’equivalente in termini economici all’assegno di pensione che il lavoratore prenderebbe. Inoltre, l’azienda in questione deve avere almeno 50 dipendenti e deve trovarsi in crisi finanziaria. Non è ancora stato pubblicato il decreto attuativo che fissa tutte le condizioni per effettuare la domanda ed accedere alla cosiddetta Quota 82. Il Governo, dal canto suo, ha stanziato 600 milioni per questo tipo di situazione.