Supermercati, prodotto ritirato per presenza di Salmonella

Ritirato dal mercato un lotto di formaggio. Trovata la presenza di Salmonella pericolosa per l’incolumità degli utenti. Scopriamo i dettagli

Supermercato
Supermercato (Foto Adobe)

Il Ministero della salute cerca di intervenire sempre in maniera tempestiva a tutela degli utenti. Per questo motivo ritira prodotti dal mercato che, per diversi motivi, possono rappresentare un pericolo per la salute di coloro che li acquistano. In questa circostanza si tratta di un lotto di formaggio.

Nel caso specifico sono state trovate tracce di Salmonella. Questa provocare, se non trattata in maniera tempestiva, diversi tipi di infezioni che possono portare fino alla setticemia. Una problema, quindi, che se non individuato con tempestività può risultare estremamente grave.

Anche per questo motivo è fondamentale che il dicastero intervenga per tempo. Come di consueto consigliamo a chi ha già acquistato il prodotto del lotto incriminato di riportarlo nel negozio dove lo ha acquistato, in questa circostanza si avrebbe diritto al rimborso. Nel caso in cui l’aveste già ingerito vi consigliamo di contattare immediatamente il vostro medico di fiducia.

Lotto di formaggio ritirato: presenza di Salmonella

Il ministero ha pubblicato anche l’avviso di richiamo da parte del produttore di un lotto di formaggio ovicaprino canestrato primosale con olive rucola e peperoncino ‘Pecoricco’ a marchio Pascoli Italiani di Eurospin per la “presenza di Salmonella riscontrata in un campione analizzato in autocontrollo (Eurospin Italia)”. Il prodotto in questione è venduto in confezioni a peso variabile con il numero di lotto 66 33321 e la data di scadenza 27/06/2022.

Leggi anche: Cucina, rischio infezioni lavando il pollo: ecco perché

Leggi anche: Gratta e Vinci, evita questi posti: il biglietto vincente (spesso) non c’è

Il formaggio richiamato è stato prodotto per Eurospin Italia da Nebrolat Soc. Coop. Agr. nello stabilimento di via Ciantro presso il Centro Mercantile Sicilia di Milazzo, nella città metropolitana di Messina. Eurospin precisa che il prodotto interessato è stato distribuito solo nei punti vendita di Sicilia e Calabria.