Bonus casalinghe INPS anche nel 2022: cifre e dettagli

Anche per il 2022 l’INPS erogherà il bonus casalinghe rivolto sia alle donne che agli uomini che si occupano della casa

bonus addio
Soldi (Foto Adobe)

Buone notizie per tutte le casalinghe e i casalinghi d’Italia che potranno usufruire di un bonus erogato dall’INPS. Scopo dell’iniziativa è sostenere l’autonomia personale delle donne, a cui la misura è rivolta prevalentemente.

Il bonus è stato introdotto con la Legge 13 ottobre 2020, n. 126 di conversione del Decreto Agosto che ha istituito un fondo da ben 3 milioni di euro l’anno. I finanziamenti saranno erogati in tre tranche ed il fondo è confermato solo fino al 2022.

Bonus Casalinghe, tutti i dettagli

bonus asilo nido
pixabay

Scopo del bonus casalinghe è che le donne restino a casa per la mancanza di alternative, garantendo alle donne libertà di scegliere e l’accesso ad opportunità di lavoro. Il bonus è rivolto ad enti di formazione per erogare corsi di formazione gratuiti destinati alle casalinghe. Lo scopo è aiutare le donne che si trovano fuori dal circuito lavorativo.

Leggi anche: Novità conto corrente: chi non pagherà nulla nel 2022

Le casalinghe non riceveranno una somma in denaro ma avranno accesso a corsi di formazione gratuiti e opportunità in ambito culturale e lavorativo. I fondi sono rivolti, come detto, agli enti di formazione, selezionati tramite apposito bando, che si impegnano ad organizzare percorsi formativi per la riqualificazione di donne e uomini.

Possono presentare domanda per ottenere i fondi del bonus casalinghe 2022 gli enti sia pubblici che privati, che svolgono attività di formazione. Dovranno usare il finanziamento per la realizzazione d’interventi formativi destinati a coloro che svolgono attività nell’ambito domestico, in via prioritaria delle donne.

Leggi anche: Annuncio INPS: addio a questi bonus per i genitori

I corsi finanziati riguarderanno soprattutto il settore digitale e potranno comprendere varie tipologie di attività formative, funzionali all’inserimento lavorativo e alla valorizzazione delle attività di cura. I corsi dovranno realizzarsi in un arco temporale massimo di 12 mesi e dovranno prevedere la somministrazione dei corsi esclusivamente in modalità telematica.

Le domande per il bando formazione casalinghe dovranno essere trasmesse entro le ore 12:00 del 31 marzo 2022, a pena d’inammissibilità. Possono presentare domanda solo gli enti di formazione e non i casalinghi o le casalinghe.