Reddito di Cittadinanza: arriva la sorpresa di Natale

Reddito di cittadinanza, piacevole sorpresa per molti beneficiari in vista del Natale. I dettagli 

reddito di cittadinanza natale

I beneficiari del reddito di cittadinanza attendono la ricarica del mese di dicembre con maggiore apprensione in vista delle festività natalizie. Nonostante le difficoltà si cerca sempre di salvare delle tradizioni come, ad esempi, quelle legate ai piatti da cucinare specie tra il 24 e il 25 di dicembre. Per i beneficiari non ci sarà alcuna tredicesima o bonus aggiuntivi visto che quest’ultima viene assegnata come riconoscimento per l’attività lavorativa svolta e non rientra negli assegni di sostegno.

Reddito in anticipo a dicembre, ma non per tutti

reddito di cittadinanza natale
Foto Benjamin Muntz Unsplash

Tuttavia, una novità in vista del Natale c’è anche per i percettori degli assegni di sostegno alla povertà. Si tratta della data della ricarica della carta del reddito di cittadinanza. Solitamente, infatti, la carta viene ricaricata intorno al 27 del mese. In vista delle festività natalizie, però, l’ente erogatore accrediterà la ricarica prima del Natale. Tuttavia, l’anticipo è previsto con certezza solo per alcune categorie di percettori. Si tratta, infatti, di coloro che hanno già effettuato il rinnovo dopo i primi 18 mesi oppure i nuovi fruitori del sussidio.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza: chi rischia di perderlo nel 2022

Per queste categorie le ricariche sono già partite dal 15 dicembre. Nulla, invece, è stato indicato dall’Inps per quanto riguarda gli altri percettori del reddito. Tuttavia, lo scorso anno l’Inps erogò il reddito qualche giorno prima di Natale. Nonostante non ci siano state ancora delle comunicazioni ufficiali, è opportuno controllare il conto dal 20 dicembre in avanti. Va ricordato, inoltre, che per molti beneficiari il diciottesimo mese scadrà proprio a dicembre 2021.

Leggi anche: Inps, sms a tutti gli italiani: attenti dal 1 gennaio

Dopo questo periodo scatterà secondo la normativa una sospensione. Coloro che sono ancora in possesso dei requisiti richiesti per ottenere il reddito di cittadinanza, potranno effettuare nuovamente la domanda. Quindi, i beneficiari del sostegno, alla scadenza del diciottesimo mese, soltanto con una nuova domanda potranno ricevere nuovamente il sussidio.