Non solo l’Imu: le altre tasse da pagare entro il 2021

Il mese di dicembre segna la scadenza di numerose tasse da pagare per gli italiani. Oltre l’IMU, infatti, ce ne sono tante altre

debito tasse
(pixabay)

Entro il 16 dicembre si dovrà pagare il saldo IMU ma questa tassa, sfortunatamente, non è la sola che gli italiani dovranno pagare entro la fine del 2021.

Il mese di dicembre porta infatti con sé una serie di scadenze da pagare al Fisco e che comprendono una vera e propria pioggia di tasse. Vediamo allora tutti i pagamenti che gli italiani dovranno saldare mettendo mani al portafoglio.

Fisco, ecco tutte le tasse da pagare entro dicembre

tasse
(pixabay)

A scadere a dicembre è l’imposta dovuta dalle attività di intrattenimento che deve essere pagata tramite modello F24 con codice tributo 6728. L’imposta è relativa allo scorso mese di novembre. Chi versa l’IVA mensilmente, il 16 dicembre dovrà pagare quella di competenza novembre. Tuttavia, chi ha affidato a terzi la tenuta della contabilità si tratterà dell’imposta divenuta esigibile a ottobre. In questo caso il codice tributo è il 6011.

Leggi anche: Superbonus, in arrivo una nuova norma sugli infissi

Entro il 16 dicembre dovrà anche essere effettuato il versamento che riguarda chi esercita attività di intermediazione immobiliare e i gestori di portali web che incrociano domanda e offerta di immobili. Queste persone dovranno versare la ritenuta del 21% operata sui canoni o sui corrispettivi incassati o pagati nel mese di novembre.

Sempre entro il 16 dovranno essere regolarizzati i versamenti di imposte e ritenute non effettuate il 16 novembre, ad opera di quei contribuenti tenuti al versamento unitario. Tra questi versamenti rientrano quelli dell’imposta di produttività, delle ritenute operate a novembre sui redditi di lavoro dipendente e similari, redditi da lavoro autonomo, redditi diversi e di capitale, provvigioni.

Leggi anche: Libretti Postali, attenti alla scadenza del 31 dicembre: i dettagli

Ancora, sempre tra i versamenti sopra citati rientrano quelli dell’acconto dell’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni dei fondi per il TFR maturate nel 2021; delle somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti o sulle rate di pensione corrisposte a novembre (conguaglio assistenza fiscale).

Infine un altro versamento riguarda la Tobin Tax (maturata a novembre), l’imposta relativa al trasferimento di proprietà di azioni e di altri strumenti finanziari partecipativi. Il versamento riguarda banche, fiduciarie e altri intermediari abilitati e comprende anche i versamenti dei loro clienti (investitori).