Nuovi bonus per cultura e intrattenimento: al via le domande

Al via dal 2 dicembre le domande per i soldi a fondo perduto per attività dallo svago al benessere, dallo sport all’intrattenimento

(Pixabay)

In arrivo nuovi soldi a fondo perduto per il settore dell’intrattenimento e della cultura. Dal 2 dicembre è possibile fare domanda per ottenere il sussidio di Stato a sostegno dei periodi di chiusura del 2021. Infatti, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello per chiedere i soldi a fondo perduto a favore di cinemateatrimuseidiscoteche, sale da ballo piscine e palestre. Si tratta di attività che durante l’anno sono rimaste chiuse a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

Fondo perdute per le attività chiuse

due vincite clamorose
Pixabay

I contributi sono di due tipologie: uno che arriva d un massimo di 12mila euro, e riguardante le attività dei seguenti settori: musei, cinema, teatri, attività di svago,  benessere, dallo sport e intrattenimento. Per questo contributo è necessario il requisito della chiusura per almeno 100 giorni tra il 1° gennaio e il 25 luglio 2021. L’altro contributo è più corposo e arriva fino a 25mila euro. Esso è diretto alle discoteche, le sale da ballo e attività similari che al 25 luglio del 2021 risultavano chiuse.

Leggi anche: Reddito di libertà da 400€ al mese: come fare domanda

Il primo contributo non è escluso se si ottiene anche il secondo. In sostanza per le discoteche e sale da ballo i contributi non sono alternativi l’uno dall’altro. Tuttavia, per il contributo da 12mila euro massimo si parte da un minimo di 3mila euro di sostegno. Questo varia in base ai ricavi dichiarati e alla disponibilità delle risorse finanziarie messe a disposizione per questo provvedimento.

Leggi anche: Canone Rai, quando uscirà dalla bolletta elettrica? C’è la data

Le domande vanno inoltrate telematicamente dal 2 dicembre fino al 21 dicembre 2021. I contributi verranno accreditati sul conto corrente indicato nella domanda. Per inoltrare la domanda va utilizzato il modello predisposto dall’Agenzia delle Entrate in questi giorni. Il modello va compilato seguendo le istruzioni.