Bonus Inps da 800 euro, ultimo mese per richiederlo

Da gennaio tutti i bonus per i figli convergeranno nell’Assegno Unico Universale, e gli altri verranno eliminati

bonus
(pixabay)

I bonus per i figli finora sono stati molti e disparati. Per chi lavora c’era l’assegno al nucleo familiare, direttamente erogato dal datore di lavoro in busta paga e poi rimborsato dallo Stato; il bonus nascita, cioè l’erogazione di una somma una tantum al momento della nascita di un figlio; molto simile il bonus mamma domani, che si poteva richiedere dal settimo mese di gravidanza.

Ma ora il legislatore ha stabilito che i sostegni alle famiglie con figli convergeranno tutte nell’Assegno Unico Universale. L’aspetto positivo è che questo assegno è stato pensato per valutare tutte le condizioni familiari, ed avvantaggiare i redditi più bassi e le famiglie più numerose.

Il lato negativo al contrario riguarda l’erogazione dell’assegno. Anziché in busta paga l’assegno viene mandato direttamente dall’Inps, e come si sa, con la burocrazie spesso c’è da perdere. Quindi ad esempio, la perdita dell’assegno in busta paga a dicembre e l’attesa della nuova erogazione da un ente diverso potrebbero lasciare per qualche mese scoperte le famiglie.

Quale bonus terminerà a dicembre e come richiederlo

Bonus asilo nido
Pixabay

Ma per fortuna fino al 31 dicembre 2021 c’è la possibilità di richiedere il bonus mamma domani. Quindi, in questo modo, a gennaio si dovrebbe percepire un assegno più grande. In parte gli 800 euro di premio per la nascita, e poi l’attivazione dell’Assegno Unico Universale.

Per richiedere il bonus mamma domani, fino al 31 dicembre, si dovrà inoltrare la domanda presso il portale dell’Inps, con registrazione ed accesso all’area riservata.

Leggi anche: Reddito di libertà da 400€ al mese: come fare domanda

In assenza di dimestichezza informatica si può contattare il servizio Inps telefonicamente in due modi:

  • chiamando il numero 803.164 da rete fissa, gratuitamente;
  • telefonando al numero 06.164.164 mediante il proprio dispositivo mobile, a pagamento.

Leggi anche: Canone Rai, quando uscirà dalla bolletta elettrica? C’è la data

Terza modalità è in presenza, prendendo appuntamento ad un patronato e delegando ad esso le pratiche per ottenere il bonus.