Iliad, la clausola che firmi senza sapere: che sorpresa

Iliad è senza ombra di dubbio uno degli operatori telefonici di riferimento in questo periodo. Attenzione a questa clausola che firmi senza sapere

Iliad
Iliad

Iliad si è fatto largo nel mondo della fornitura di servizi di telecomunicazione. La sua struttura gli ha consentito di riuscire a coinvolgere e convincere centinaia di migliaia di persone in tutta Italia. In particolare grazie a una lunga serie di offerte, con particolare attenzione alla connessione internet che unito al prezzo decisamente contenuto, sono diventati il volano dell’azienda.

Bisogna, però, fare attenzione quando si sottoscrive un contratto. Questo consiglio è valido non solo per Iliad ma per tutte le aziende con le quali si pone nero su bianco un accordo su base economica. Andiamo, quindi, a scoprire a quale clausola fare attenzione. Nel maggior parte dei casi firmiamo senza renderci conto che ci stiamo legando per sempre all’operatore telefonico.

Iliad: attenzione alla clausola

Smartphone
Smartphone (©Getty Images)

La clausola per quanto concerne il contratto Iliad al quale facevamo riferimento è l’articolo 9 del contratto. Questo prevede, tra le altre cose, che la società si si riserva il diritto di apportare modifiche al contratto, comprese le condizioni economiche, con espressa esclusione di quelle relative alle offerte esplicitamente applicate “Per Sempre”.

Leggi anche: Iliad, quest’opzione vi spilla soldi e (forse) non lo sapete

Questo può avvenire per sopravvenute esigenze tecniche, economiche od organizzative; anche con riferimento a modifiche e interventi sulla rete o sulle strutture commerciali; mutamenti nel quadro normativo e regolatorio di riferimento che incidano sull’equilibrio
economico e/o in maniera significativa su aspetti organizzativi; esigenza di assicurare il corretto ed efficiente utilizzo del Servizio e della SIM.

Leggi anche: Iliad, lo sapevi? Se hai quest’età non puoi accedere alle offerte

Le modifiche contrattuali acquisteranno efficacia decorsi 30 giorni dalla data in cui sono state comunicate all’utente che, entro lo stesso termine, potrà recedere dal contratto. In caso di mancata comunicazione del recesso entro il suddetto termine di 30 giorni, le modifiche contrattuali si intenderanno accettate dall’utente.