Reddito di cittadinanza, scatta l’aumento per queste famiglie

Reddito di cittadinanza, graditissima sorpresa per questi beneficiari. Ecco chi riceverà un aumento in automatico

Contributo fondo perduto
Pixabay

Ci avviciniamo rapidamente al Natale. E con esso le spese, tra regali, cenoni, alberi e presepi, a cui sembra che gli italiani non riescano proprio a fare a meno. Neanche coloro che hanno delle difficili condizioni economiche. In fondo il Natale è per tutti. Quindi coloro che percepiscono il sussidio del Reddito di cittadinanza si chiedono se a dicembre avranno diritto a qualche soldo in più.

Purtroppo, se si parla strettamente di assegni mensili, la risposta è no. La tredicesima mensilità annuale, che molti lavoratori percepiscono, non spetta ai percettori del Reddito di cittadinanza perché è una gratifica strettamente legata al lavoro maturato durante l’anno.

Ma le famiglie numerose, con figli a carico, potranno ugualmente ricevere dei pagamenti. L’assegno al nucleo familiare sta per sparire, come anche il bonus neo mamma o mamma domani. Tutti questi incentivi convergeranno nell’Assegno unico che prenderà il via da gennaio 2022.

I beneficiari del Reddito di cittadinanza possono ricevere l’assegno unico per i figli?

reddito di cittadinanza
screenshot instagram

Per ora c’è l’assegno temporaneo ponte, che su richiesta può essere erogato alle famiglie con figli a carico.

Entro fine novembre dovrebbero partire le erogazioni degli importi e degli arretrati spettanti a chi ha presentato domanda entro la data del 31 ottobre 2021, comprese quelle per i percettori di Reddito di Cittadinanza.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, c’è o non c’è la tredicesima?

Quindi a dicembre anche i percettori del Reddito di cittadinanza avranno delle disponibilità economiche in più per festeggiare meglio il Natale.

Leggi anche: Digitale terrestre: con questo trucco non perderai nessun canale

I beneficiari del Reddito di cittadinanza riceveranno l’Assegno Unico automaticamente se in possesso dei requisiti previsti per il suo riconoscimento. Dunque, nessuna domanda INPS va presentata per poter godere del beneficio fino al 31 dicembre 2021.