Super green pass, cosa cambia davvero dal 6 dicembre

Entrerà in vigore dal 6 dicembre, e lo rimarrà per tutte le feste natalizie. E’ meglio fare un po’ di chiarezza

Telegram, gruppi no Green Pass prolificano tra gli studenti universitari
Pixabay

Il green pass rinforzato, o super green pass, è una modifica sostanziale alle regole del green. Principalmente per due aspetti. Il primo è la distinzione tra green pass base e super green pass.

Sono possessori di green pass rinforzato coloro che sono guariti dal Covid o che sono stati vaccinati. Il green pass base invece è quello riferito ai tamponi. Il decreto legge è stato approvato, e rimarrà in vigore dal 6 dicembre al 15 gennaio “per salvare le festività natalizie”.

Allo stesso tempo la validità del green pass per il vaccino è stata abbassata da 12 a 9 mesi. Quindi, anche chi è vaccinato dovrà rinforzare con la terza dose alla scadenza dei 9 mesi dalla seconda.

Un altro punto importante è l’obbligo di green pass, base o rinforzato, per i mezzi pubblici ed i trasporti ferroviari.

In zona bianca la mascherina resta obbligatoria soltanto al chiuso, mentre in zona gialla , arancione e rossa è obbligatoria all’aperto e al chiuso. In tutte le zone è sempre obbligatorio portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti.

Cosa si può fare o meno con il green pass

green pass
(pixabay)

Con il green pass base si potranno prendere mezzi pubblici o ferroviari e si potrà accedere ai ristoranti solo all’aperto.

Servirà invece il green pass rinforzato per mangiare al chiuso e per:

  • spettacoli di eventi sportivi: quindi stadi e palazzetti dello sport;
  • ristorazione al chiuso: quindi bar, ristoranti, pub, pasticcerie;
  • feste e discoteche;
  • cerimonie pubbliche.

Leggi anche: Reddito di emergenza, quarta rata: ecco la data pagamento

Nelle zone bianche per palestre e piscine basterà il pass base, cioè con il tampone, mentre in zona arancione servirà il rinforzo.

Leggi anche: Postepay, è allarme: con quest’errore perdi tutti i soldi

Per il momento per viaggiare basterà il green base, ma è necessario consultare le regole di ogni paese straniero.