Truffa Intesa Sanpaolo e BNL, conti in pericolo

Arriva notizia dell’ennesimo tentativo di truffa stavolta ai danni dei clienti delle banche Intesa Sanpaolo e BNL. Attenzione a dove cliccate.

pixabay

I correntisti di Banca Intesa Sanpaolo e BNL sono oggetto di una campagna di phishing volta anche stavolta a raccogliere i loro dati di accesso al conto per poterlo poi svuotare.

Il meccanismo utilizzato dai criminali rimane sempre lo stesso e purtroppo ad ogni nuova tornata di messaggi truffa qualche cliente completa le operazioni che gli vengono indicate e finisce poi per dover attendere mesi, se è fortunato, per rivedere i propri soldi.

Periodicamente i tentativi di phishing hanno dei picchi nel numero di utenti che vengono contattati con messaggi sms o email, in casi più rari con vere e proprie telefonate da un fantomatico servizio clienti. I periodi di maggior attività dei criminali sono ovviamente quelli in cui è più facile che le persone utilizzino i sistemi di pagamento dato che i messaggi che vengono inviati spesso servono a generare panico e a costringere quindi i clienti a cercare una soluzione a un problema che in realtà non esiste.

Truffa clienti Intesa San Paolo e BNL, questo messaggio può costarvi caro

Pixabay

Con uno schema che si ripete periodicamente, i truffatori inviano a pioggia una email al numero più alto possibile di indirizzi sperando che pescando nel mucchio possano trovare qualcuno che abbia realmente un conto nelle banche utilizzate per le truffe. Banche che, è bene ricordarlo, sono sempre del tutto estranee a questo genere di attività.

Leggi anche: Infuso pericoloso ritirato dai market: cosa hanno scoperto 

Stavolta è toccato ai correntisti degli istituti BNL e Intesa San Paolo. Il messaggio però potrebbe arrivare dal servizio clienti di qualunque istituto bancario. Il messaggio ricorda molto quello di un’altra truffa che sta colpendo possibili clienti conto BancoPosta. Nel messaggio che viene pensato per produrre ansia in chi lo riceve e quindi una risposta non logica, si informa il fantomatico cliente del blocco di tutte le operazioni sul sito e sulla carta.

Leggi anche: Pensioni, ecco chi non riceverà la quattordicesima a dicembre

Il messaggio si spinge addirittura ad elencare tutto ciò che il cliente non può più fare fino a quando non avrà inserito le informazioni che gli vengono chieste: effettuare i prelievi al bancomat, ricariche, pagamenti on-line, bonifici bancari. E’ facile quindi immaginare che a una lettura distratta questo messaggio email truffa possa portare a cliccare sul link fornito senza pensarci troppo.

Se ricevete questo tipo di email non cliccate su nessun link e non fornite informazioni.