TIM spegne il 3G, cosa succederà ora ai vostri smartphone?

TIM ha annunciato che a partire dal prossimo mese di aprile verrà disattivata la rete in 3G. Ecco cosa succederà ai clienti.

pixabay

I clienti TIM che hanno un vecchio smartphone saranno costretti a cambiare dispositivo: la rete 3G verrà infatti spenta.

In realtà TIM è il secondo operatore dopo Vodafone ad aver annunciato di voler dismettere la vecchia rete 3G per concentrare i propri sforzi sullo sviluppo del 5G e il potenziamento del 4G.

Ma cosa cambia per i clienti TIM che hanno smartphone un po’ datati non in gradi di navigare sulle nuove reti? Per loro si aprono in effetti alcune possibilità.

TIM, addio 3G per far spazio alla nuova tecnologia

youtube

Tutte le comunicazioni più recenti di TIM hanno come filo conduttore la volontà di far passare il messaggio che l’operatore sta lavorando per migliorare la rete nazionale, puntando su innovazione e sul potenziamento delle reti di ultima generazione. In quest’ottica sono state diffuse le novità riguardo le tariffe e ora anche la notizia che, a partire da aprile 2022, il 3G verrà progressivamente spento.

Questo significa che tutti i clienti TIM con dispositivi non in grado di ricevere il servizio VoLTE (Voice over LTE) in 4G o il 5G si ritroveranno con un peggioramento evidente della connessione internet che passerà al 2G. I telefonini non smetteranno di funzionare ma non saranno di certo preformanti.

Leggi anche: Supermercati, scoperta pasta pericolosa: ritiro immediato

Nella stessa comunicazione si chiarisce poi che non ci saranno variazioni di prezzo per le offerte di chi non può ricevere il VoLTE ma è anche indicato che nel caso di scheda SIM non a 128k i servizi di rete mobile non saranno più disponibili.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, le date di pagamento di novembre

Occorrerà quindi cambiare SIM, ammesso che il dispositivo sia compatibile con la nuova tecnologia, con un costo di 15 euro che si trasformeranno il 15 euro di ricarica.