Bancomat, non prelevare se noti il dettaglio sulla tastiera

Quando ci troviamo allo sportello Bancomat pronti al prelievo di contanti dobbiamo fare molta attenzione a non essere vittime di una truffa

Bancomat

Ogni giorno gli italiani, in modo particolare i più anziani, sono bersagliati da truffe messe in atto da malviventi per sottrarre soldi o preziosi.

Tra le truffe più “popolari” in Italia da parte dei malintenzionati c’è senza ombra di dubbio quello che riguarda lo sportello Bancomat: in poche semplici mosse i truffatori sono in grado di clonare la carta di credito e di svuotare il conto corrente.

Quando ci troviamo davanti uno sportello Bancomat sono sostanzialmente due le cose che vanno controllate prima dell’operazione di prelievo. Vediamo insieme quali sono e come non cadere nella truffa del Bancomat.

Truffa del Bancomat, attenzione a Shoulder Surfing e Skimmer

conto corrente
Bancomat (Getty Images)

I truffatori, per poter mettere in atto la truffa del Bancomat hanno sostanzialmente bisogno di due elementi: un apparecchio capace di clonare i dati della carta di credito ed il numero PIN della carta da clonare. Per quanto riguarda il PIN della carta di credito del malcapitato ad essere truffato, la tecnica usata dei truffatori è molto semplice e prevede il metodo dello Shoulder Surfing, ovvero del “fare surf sulle spalle”.

Leggi anche: Gratta e Vinci, sul sito spunta l’indizio sui biglietti vincenti… 

In poche parole il malcapitato viene sbirciato alle spalle nel mentre compone il codice sulla tastiera. Ci sono poi dei casi in cui i truffatori piazzano una piccola telecamera nascosta e puntata sul tastierino; altri malintenzionati sovrappongono una tastiera sopra quella originale, in grado di memorizzare il PIN digitato.

Leggi anche: Cashback, a novembre altri 150 euro: i destinatari

La clonazione della carta di credito avviene invece tramite un apparecchio elettronico chiamato Skimmer che è capace di leggere i dati della banda magnetica dei badge. Lo Skimmer è posizionato in corrispondenza della feritoia di inserimento della card. Basta dunque inserire inconsapevolmente la carta di credito nell’apposita fessura per fare in modo che lo Skimmer copi i dati della carta.

Leggi anche: Oroscopo, ecco il miglior regalo di Natale segno per segno

Sul portale della Polizia di Stato sono fornite preziose informazioni in merito alle carte di credito e al Bancomat. Le Forze dell’Ordine consigliano di verificare sempre la fessura dove viene inserita la carta dal momento che è il posto dove viene inserito lo Skimmer.

Altro elemento da controllare è il tastierino, per capire se è l’originale o se è stato sovrapposto all’originale. Infine bisogna sempre avere l’accortezza di usare una mano per digitare il PIN, l’altra per coprire l’operazione.