Mutuo, attenzione a questo dettaglio: cambia tutto

Accendere un mutuo è uno dei passi fondamentali per acquistare una casa. Ma c’è un dettaglio che pochi conoscono che fa la differenza. Andiamo a scoprire di cosa si tratta e come l’acquirente può ottenere il rimborso.

mutuo
(pixabay)

Accendere un mutuo è nella maggior parte dei casi l’unica possibilità per acquistare la propria abitazione. Vista la complessità di questo tipo di operazione, in particolare per i giovani, questo rappresenta quasi un sogno. Il mutuo è soggetto a una serie di variabili, la più significativa, neanche a dirlo, è il tasso di interesse.

Ci sono tanti aspetti che un cittadino che non ha possiede conoscenze finanziarie approfondite non può conoscere. Quello che cercheremo di spiegarvi oggi è una di quelle circostanze nelle quali il richiedente può ottenere il rimborso. Si tratta di una possibilità importante che, proporzionato alla somma ottenuta dall’istituto di credito, può risultare anche molto alta. Andiamo a scoprire nel dettaglio di cosa si tratta e come ottenere il rimborso.

Mutuo: attenzione al dettaglio

(Pixabay)

Secondo quanto riporta ilgiornale, facendo riferimento alla sentenza numero 2188 del 21.1.2021 del il Tribunale di Roma, se la banca passa da un ammortamento con rate costanti passa al regime legale di capitalizzazione semplice degli interessi provocando un innalzamento nascosto del tasso di interesse il cliente avrebbe diritto a un rimborso.

Leggi anche: Banconote, come riconoscere un 20€ falso: occhio al dettaglio

Questo, ovviamente, non significa che il cliente non debba pagare il mutuo, anzi. Ma che avrebbe diritto a vedersi restituiti i soldi pagati ingiustamente con il cambio del tasso di interesse nascosto.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, si pensa alla revoca. Ecco chi rischia davvero

Una differenza non di poco conto che potrebbe chiaramente agevolare tutti coloro i quali intendano acquistare una casa. L’invito, quindi, è quello di tenere sempre gli occhi aperti per scongiurare simili ipotesi.