Allarme alimentare: prodotto ritirato dagli scaffali

Allarme alimentare in Italia: nei giorni scorsi si è reso necessario un nuovo intervento per garantire la massima sicurezza dei consumatori. Il motivo 

Richiamo alimentare
Pixabay

Proseguono i controlli da parte degli organi di controllo in Italia: un nuovo allarme alimentare ha destato qualche preoccupazione per i consumatori. Il motivo è stato quello di nuovi ritiri di prodotti presenti sugli scaffali di una nota catena di supermercati presenti in molte regioni. Parliamo di Esselunga, una realtà ormai consolidata negli anni ed apprezzata dai clienti per qualità e prezzi.

In un periodo non facilissimo per le famiglie, che stanno provando a ripartire dopo mesi difficili caratterizzati dall’emergenza Coronavirus ancora presente, le ansie e le paure non sono mancate anche a causa di segnalazioni da parte del Ministero della Salute in merito a prodotti alimentari non sicuri.

Da parte di Esselunga c’è stata la massima tempestività non solo per quel che riguarda il ritiro dagli scaffali della merce non ritenuta sicura, ma anche per la comunicazione fatta ai clienti. Che sono stati invitati a non consumare questi alimenti ed a riconsegnare la merce segnalata.

Allarme alimentare: i prodotti ritirati dal mercato

Il nuovo allarme alimentare è scattato per alcuni prodotti venduti nei negozi Esselunga che dopo alcuni controlli sono risultati potenzialmente dannosi per la salute dei consumatori. Parliamo di pasta del tipo Tacos, Burritos e Mezzi rigatoni all’amatriciana. Che all’interno delle confezioni hanno evidenziato presenza di frammenti di vetro. A scopo precauzionale è stato disposto il ritiro, con il relativo avviso per la clientela.

Leggi anche: Supermercati, pasta ritirata per frammenti di vetro all’interno – FOTO

Che è stata prontamente invitata a non consumare i prodotti ed a riconsegnarli presso i punti vendita con rimborso o cambio prodotto. La causa del ritiro è stata individuata in una rottura di una confezione di polvere di peperoncino. I prodotti, fa sapere Esselunga, sono stati confezionati nello stabilimento di via Giambologna 1 nella città metropolitana di Milano.

Leggi anche: Bancomat, se prelevate questa cifra scattano i controlli

Massima allerta da parte delle associazioni di categoria, in apprensione per la salute dei consumatori in quanto si potrebbero riscontrare possibili tagli alla bocca ed alla lingua in caso di consumo di questi alimenti.