Reddito di cittadinanza, arriva la chiamata di lavoro dal Comune

Il Comune di Qualiano, nel napoletano, attinge dai beneficiari del reddito per impegnarli nei servizi pubblici

reddito di cittadinanza
screenshot instagram

Il reddito di cittadinanza spesso ha fatto discutere e non poco. Il confronto tra le parti politiche ha spesso riguardato il tema assistenziale e la questione delle politiche attive, ossia tutte quelle azioni dirette ad inserire i cittadini nel mondo del lavoro. Su quest’ultimo punto c’è molto da potenziare nella normativa e qualcosa sicuramente cambierà rispetto al futuro.

Reddito di cittadinanza, 30 percettori al lavoro per il Comune

Dati Istat
(Foto Pixabay)

Intanto, va detto che ai comuni è stata data l’opportunità di convocare i percettori del reddito per offrire lavoro. E’ previsto dalla normativa statale ma per rendere attuabile ciò è necessaria sempre e comunque la delibera dell’amministrazione comunale interessata. Su questo punto il paese è rimasto un po’ fermo. Basta pensare che sono oltre 250 i comuni in Italia in pre-dissesto finanziario e, per questo motivo impossibilitati ad assumere personale, che avrebbero potuto cogliere l’opportunità e concedere anche dignità ai beneficiari del reddito.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, condannato a 1 anno di carcere: che errore

Tuttavia, ci sono delle amministrazioni comunali virtuose in tal senso. E’ il caso del Comune di Qualiano, a nord di Napoli, il cui sindaco ha deciso di cogliere l’opportunità. Così, dalla prossima settimana 30 percettori del reddito di cittadinanza residente nel Comune di Qualiano si occuperanno della pulizia, manutenzione e vigilanza delle aree pubbliche del suddetto Comune.

Leggi anche:  Fisco, rivoluzione in arrivo per le cartelle esattoriali?

E’ lo stesso sindaco ad annunciare di aver trovato grande disponibilità nei beneficiari del Reddito e di essere solo all’inizio. Altri percettori saranno convocati. “Da parte di queste persone ho trovato grande disponibilità nel mettersi a disposizione del Comune – ha dichiarato il sindaco de Leonardis –  Saranno una risorsa preziosa. Continueremo su questa strada per impiegare anche altri percettori del reddito in progetti che sono già prossimi alla realizzazione” , ha concluso il Primo cittadino di Qualiano.