Reddito di cittadinanza e Naspi insieme: si può?

Il Reddito di Cittadinanza e la Naspi sono due forme di sostegno economico ai soggetti in difficoltà. Possono essere cumulabili?

Contributo fondo perduto
Pixabay

Il reddito di cittadinanza è una misura di contrasto alla povertà inserita in Italia nel 2018. Ne sono beneficiari i soggetti italiani o residenti in Italia da almeno 10 anni che posseggano i seguenti requisiti economici:

  •  ISEE in corso di validità inferiore a 9.360 euro;
  • patrimonio immobiliare in Italia e all’estero inferiore a 30.000 euro, senza considerare la casa di abitazione;
  • patrimonio mobiliare inferiore a 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente; 8.000 euro per i nuclei composti da due componenti;10.000 euro per i nuclei composti da tre o più componenti, incrementati di 1.000 euro per ogni figlio a partire dal terzo;

La Naspi si percepisce in seguito a licenziamento da parte dell’azienda o a dimissioni involontarie. Viene erogata come sostituto dello stipendio per un tempo definito, proporzionale agli anni di lavoro svolti nella stessa impresa. Generalmente si parte dal 75% dello stipendio per andare a scalare nei mesi successivi, fino ad arrivare a zero.

Naspi e Reddito di cittadinanza sono cumulabili?

reddito di cittadinanza
screenshot instagram

Il reddito di cittadinanza, come accennato, dipende dall’Isee familiare. E’ compatibile con la Naspi di uno o più componenti del nucleo familiare, ma necessariamente va ad innalzare l’Isee complessivo.

Leggi anche: Pensioni, aumenti fino a 300€ a gennaio: tutti i dettagli

La Naspi viene conteggiata a tutti gli effetti come reddito familiare, e quindi, nel caso di indennità di disoccupazione, il reddito complessivo potrebbe superare il tetto per percepire il Reddito di cittadinanza.

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, arriva il triplo pagamento. Ecco a chi spetta

Il reddito di cittadinanza, richiesto da un membro della famiglia, può essere accettato anche nel caso in cui un altro membro lavori. Ma anche in questo caso il reddito totale va ad aumentare, e l’Isee potrebbe essere più alto del previsto. Il Reddito di cittadinanza può essere richiesto tramite Poste Italiane o attraverso il portale dell’Inps, alla sezione dedicata.