Pensioni, aumenti fino a 300€ a gennaio: tutti i dettagli

A gennaio arrivano gli aumenti degli assegni di pensione. Previsto un aumento medio di 25 euro al mese per la fascia più ampia

(Pixabay)

In arrivo gli aumenti delle pensioni a partire da gennaio. Si tratta degli adeguamenti al costo della vita e all’inflazione, tornata galoppante negli ultimi mesi. Il Fondo Monetario Internazionale prevede aumenti dei prezzi fino al 2022 inoltrato. E’ la classica conseguenza dei periodi che seguono grosse crisi dei consumi come quella avvenuta a causa della pandemia.

I prezzi stanno aumentando sensibilmente al cospetto degli assegni di pensioni che non vengono rivalutati da diversi anni. I blocchi degli adeguamenti in base al costo della vita si sono susseguiti negli ultimi anni. Ora c’è tutta l’intenzione del Governo di adeguare le pensioni. Secondo le stime gli assegni medi, ossia quelli di 1500 euro mensili lordi, avranno un aumento da gennaio di circa 25 euro mensili, pari a 300 euro annui.

Pensioni, gli aumenti in vista a gennaio 

(Pixabay)

La perequazione, ossia la rivalutazione delle pensioni in base all’incremento dei prezzi, è legata per il suo calcolo preciso dai criteri voluti dalla politica. Se le cose dovesse restare invariate, si applicherà il criterio del Governo Conte che prevede il 100% dell’adeguamento al tasso di inflazione per assegni che vanno fino a 4volte quello minimo, ossia fino a 2000 euro lordi mensili. Poi si passa al 90% fino ad assegni superiori a 5 e 6 volte quello minimo e poi al 75% per le restanti soglie.

Leggi anche: Pensioni, il Fondo monetario internazionale fa tremare l’Italia

L’esecutivo per ora non ha dato indicazioni in tal senso. Potrebbe restare in vigore, quindi, quest’ultima norma di perequazione. Tuttavia, da qui a fine anno e prima dell’approvazione della legge di bilancio, prevista per il 31 dicembre, potranno esserci dei cambiamenti.

Leggi anche:   Assegno unico per i figli, arriva il doppio pagamento

All’orizzonte, però, tutto tace in merito. Non trapelano notizie sul tema. Il Governo appare concentrato su altri provvedimenti come il dopo Quota 100, il fisco, il Reddito di Cittadinanza.