Gratta e Vinci, novità per uno dei biglietti più amati

Gratta e Vinci, è ufficiale: c’è una novità per uno dei biglietti più amati dagli italiani. Ecco cosa cambierà già tra qualche giorno 

Gratta e Vinci
screenshot youtube

Il Gratta e Vinci è uno dei giochi più amati dagli italiani. C’è chi ne fa scorta quotidiana o chi tenta la fortuna solo saltuariamente, c’è addirittura chi lo sogna la notte. Non cambia la vita come vincere al SuperEnalotto ma l’appetibilità del Gratta e Vinci si basa su altro.

Innanzitutto sfata l’ansia dell’attesa; il giocatore può conoscere seduta stante se ha vinto o meno. Poi è incoraggiante vincere anche piccoli premi, che, a scelta del giocatore, possono essere riscossi o investiti nuovamente in altre possibili vincite. Oltretutto chi tenta la fortuna non ha neanche la responsabilità di dover scegliere dei numeri e maledirsi se ci è andato vicino. Tutto è affidato alla fortuna.

Per queste ragioni il Gratta e Vinci è diventato estremamente popolare. E come tutte le cose popolari i consumatori hanno bisogno di riconoscibilità. La grafica del Gratta e Vinci, pur se nelle sue numerose declinazioni, è confortante, come un vecchio amico che si incontra e da cui ci si aspetta una bella serata.

La continuità di colori ed immagini è essenziale nelle logiche di consumo, ancora di più quando si tratta di giochi in cui si tenta la fortuna; tutti noi diventiamo un po’ scaramantici.

Cambia la grafica del “New Super Sette e Mezzo”

L’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli ha deciso, con una determinazione direttoriale 27 aprile 2021, prot. 123687/R.U., di modificare il layout del “New Super Sette e Mezzo”.

Leggi anche: Gratta e Vinci, che colpo: con 3 euro vince un tesoro

Leggi anche: Gratta e vinci: occhio questo biglietto, arrivano buoni riscontri

Il vecchio tipo di biglietto è ancora vendibile, ma solo fino ad esaurimento scorte. Presto tutti i Gratta e Vinci, anche definiti Lotteria Istantanea, “New Super Sette e Mezzo” saranno sostituiti con la nuova grafica. Speriamo che i giocatori non rimangano troppo disorientati dalla nuova “faccia” del biglietto.