Bonus spesa 2021, ecco i nuovi requisiti e come fare domanda

Dal corrente mese di ottobre è possibile richiedere il Bonus Spesa 2021, la misura che aiuta i cittadini durante la pandemia da Covid -19

supermercato
(pixabay)

A partire dal mese di ottobre sono disponibili i Bonus Spesa, misura messa in campo dal governo Draghi per aiutare i cittadini in particolare difficoltà economica a causa della pandemia da Covid -19.

Il bonus, previsto dal Dl Sostegni bis, prevede un fondo nazionale ma i bandi di accesso sono di competenza comunale ed ogni comuni prevede dei propri requisiti per l’accesso al bonus.

Bonus spesa 2021: ecco cosa cambia

(Pixabay)

Per il 2021 il governo ha stanziato ben 500 milioni per il bonus spesa, ben 100 milioni in più rispetto al 2020. Il motivo dell’aumento del fondo risiede nel fatto che molte famiglie italiane ancora sono in grave difficoltà e che molti Comuni non sono riusciti a rientrare nel bonus.

Questo significa che ci saranno più Comuni che potranno aprire i propri bandi comunali e che ci saranno quindi più possibilità e soldi per i cittadini. Il Comune riceverà il finanziamento a seconda di quanto verrà stimato da alcuni parametri disposti dall’ISTAT, tra cui il calcolo della soglia di povertà assoluta. Se il Comune ha un indice di povertà alto, avrà maggiori finanziamenti.

I cittadini che vogliono fare richiesta del Bonus Spesa devono quindi leggere il regolamento sul sito del proprio comune di appartenenza. Gli aventi diritto dovranno sempre allegare alla domanda l’attestazione ISEE.

Ricordiamo che non c’è una scadenza univoca per i buoni spesa per cui bisogna verificare sul sito del Comune di appartenenza la data limite per la presentazione della domanda. Ottenuto il buono ci sono poi diversi mesi a disposizione per poterlo utilizzare.

Leggi anche: Pensioni, tredicesima più pesante a dicembre 2021? Ecco cosa cambia

Leggi anche: Caro bollette: ecco cosa fa scattare gli aumenti. Le proteste degli utenti

Dopo che il cittadino avrà presentato la domanda, l’importo del bonus spesa varierà a seconda del numero di richieste e a seconda dell’importo degli aiuti ricevuti dal Governo. Spetta ai comuni di appartenenza anche la forma in cui si ricevono i soldi. Infine ricordiamo che il bonus spesa può essere utilizzato solo per i beni di prima necessità.