Bollo auto, grossa novità per i pagamenti: cosa cambia

Dal 1° ottobre tutti i pagamenti verso la pubblica amministrazione dovranno essere fatti con identità digitale. Ci sono delle eccezioni

bollo auto
pixabay

Il bollo auto è una tassa che ogni automobilista è obbligato a pagare, come molte altre imposte. I metodi di pagamento, da quando la pubblica amministrazione si è emancipata digitalmente, sono possibili tramite le chiavi d’accesso o le credenziali dei vari portali,  come ad esempio Agenzia delle Entrate, Inps, etc.

Ma le credenziali di ogni istituto, dal primo ottobre, hanno perso valore: non è più possibile accedere ai portale degli enti pubblici con le credenziali specifiche, ma solo con le identità digitale, ovvero Spid, CNS o CIE.

Quindi anche per pagare il bollo auto online sarà obbligatorio fornirsi di una di queste identità digitali. Ma questo obbligo è valido solo per i privati, le aziende potranno continuare ad utilizzare le credenziali, almeno per ora.

La Carta d’identità elettronica, Cie, è il nuovo tipo di identità rilasciata dall’anagrafe, ma per essere valida al fine dei pagamenti deve essere provvista di chip. Lo Spid si può richiedere online tramite uno dei fornitori, ed in seguito ad un riconoscimento, visivo o tramite Internet, viene rilasciato nome utente e password. Con le chiavi digitali si semplifica l’accesso a tutti i portali delle pubbliche amministrazioni, non c’è più bisogno di trascrivere credenziali differenti o di ricordarle a memoria, ne basta una per tutte.

Leggi anche: Bancomat, con questo errore ti bloccano i bonifici: attenzione

Il bollo auto, come si paga senza chiavi digitali?

Bollo auto
pixabay

Per chi non abbia voglia, o dimestichezza, di impelagarsi negli iter di riconoscimento online, si può continuare a pagare il bollo auto di persona.

Questa operazione si può ancora fare attraverso le tabaccherie autorizzate, gli uffici postali, gli sportelli bancari, gli ATM e le ricevitorie Sisal.

Leggi anche: Pagamento bollo auto 2021: attenti a more ed esenzioni

Ma il consiglio spassionato è di fornirsi di una delle chiavi digitali al più presto, semplificano molto la vita di un contribuente.